"Maldive di Milano", le migliori spiagge lungo i fiumi d'Italia

La piscina naturale che il fiume Verzasca crea a Lavertezzo, in Svizzera (Foto: profilo Facebook di Capedit)
3' di lettura

Dalla Lombardia all'Umbria, sono molte le località in giro per il Paese che garantiscono acque cristalline e vegetazione incontaminata. In alcune di queste, oltre a fare il bagno, è anche possibile praticare sport acquatici

Nei giorni scorsi ha avuto molto successo in rete un video postato sui social network da un ragazzo che, dopo una gita nella Valle Verzasca con i suoi amici, ha immortalato "le Maldive di Milano". Con questo ironico soprannome il ragazzo, infatti, ha voluto sottolineare la bellezza delle acque del fiume Verzasca che a Lavertezzo, un comune svizzero del Canton Ticino, sono talmente limpide da ricordare le spiagge caraibiche. La località – che per l'appunto si trova a circa un'ora di macchina da Milano – è famosa anche per il "Ponte dei salti" da dove Capedri e i suoi amici si sono ripresi mentre effettuano tuffi spettacolari. Come questo fiume svizzero, però, ce ne sono altrettanti in Italia, dove sempre più persone si recano per un bagno in acque cristalline, senza la calca che spesso contraddistingue le località di mare nei mesi estivi. Ecco alcune tra le più belle spiagge di fiume in Italia. 

 

 

Lombardia

Rimanendo a non toppa distanza da Milano, ci si può recare in provincia di Lodi e approfittare del fiume Adda, per l’esattezza in località Due Acque, sulla strada per Boffalora. Oltre a prendere il sole e a fare il bagno, si può cavalcare lungo il corso d'acqua o cimentarsi con la canoa. Dirigendosi verso Nord, invece, merita sicuramente una visita la Val di Mello, in provincia di Sondrio. Ospitato in una grande riserva naturale – la più grande della Lombardia – infatti si può approfittare dell’omonimo torrente che scorre in mezzo alla valle creando pozze e laghetti dove si può fare il bagno. 

Emilia Romagna

Un altro fiume nel quale poter immeggersi è il Trebbia, l'affluente del Po che scorre per lo più nella provincia di Piacenza. Lungo tutto il corso d'acqua, una volta superato il capoluogo di provincia, ci sono diversi posti dove fare il bagno. Le spiagge più ampie si trovano nella parte bassa del fiume, mentre seguendo la strada della valle, risalendo il corso d'acqua, si trovano anche delle pozze più piccole. In provincia di Imola, al confine tra l'Emilia e la Toscana, invece, si può fare il bagno nel fiume Santerno godendo dello spettacolo scenografico garantito dalle cascate di Moraduccio.

Toscana

Un altro posto dove rinfrescarsi in questi giorni di caldo estivo è la "Pozza della Madonna", lungo le anse del torrente Serra, in località Malbacco, nel comune di Seravezza (provincia di Lucca). In alternativa si può scegliere il fiume Pesa, nel Chianti, in provincia di Firenze, che negli anni oltre che un posto dove prendere il sole e farsi il bagno, è diventato anche una meta ambita per gli appassionati di sport acquatici. Il tratto di fiume più consigliato per immergersi nelle sue acque è quello fra il Bargino e Calzaiolo, mentre dalla Sambuca partono le escursioni in canoa in un percorso che si snoda fra ontani, salici e pioppi. Infine, vicino a Bibbiena, in provincia di Arezzo, sono molto frequentate le piscine naturali in cui si riposa il torrente Corsalone a "Bocca di Lupo".

Umbria

Per chi, invece, si trova in provincia di Terni, una tappa obbligata è costituita da "Le Mole di Narni", che si trovano a ridosso delle Gole del Nera, a pochi chilometri da Narni e da Stifone. In questo luogo, custodito all'interno di una stretta valle, il fiume crea una piscina naturale dalle stupende sfumature turchesi e smeraldo. Inoltre, intorno alla riva, la fitta vegetazione dà vita a un rifugio ideale per le giornate afose. 

Leggi tutto
Prossimo articolo