Ordinanza anti-vetro, scontri a Torino tra polizia e manifestanti

2' di lettura

Due commissari sono stati accerchiati e malmenati dai manifestanti che protestavano contro la misura che vieta la vendita di bevande da asporto dalle 20 alle 6. Quattro agenti feriti, uno con una bottigliata in faccia. Fermate due persone

Quattro agenti feriti, due commissari picchiati e almeno due manifestanti fermati. È il bilancio della serata di scontri scoppiati in una delle zone della movida di Torino, dove il centro sociale Askatasuna aveva organizzato una protesta contro l'ordinanza della sindaca Chiara Appendino che vieta la vendita di bibite da asporto dalle 20 alle 6.

Due commissari accerchiati

In piazza Santa Giulia, dove già alla fine della settimana scorsa la presenza delle forze dell'ordine era stata contestata, prima del tramonto era stata schierata una cinquantina di agenti della Polizia di Stato e della Polizia Municipale. Quando i funzionari delle forze dell’ordine sono rimasti in pochi, due commissari di polizia, un uomo e una donna, sono stati circondati e malmenati.

Gli scontri

A quel punto gli agenti sono stati fatti tornare e sono iniziate le cariche con urla, spintoni e colpi: quattro agenti sono rimasti feriti, uno colpito con una bottigliata in faccia, altri tre con lesioni più lievi, e due manifestanti sono stati fermati. La calma è tornata dopo le 23, quando la piazza era ormai vuota a causa del fuggi fuggi dei clienti di bar e ristoranti provocato dagli scontri.

Carabinieri aggrediti tre giorni fa

L’episodio di ieri sera arriva dopo che, tre giorni fa, in un’altra zona della movida, i Murazzi del Po, alcuni carabinieri erano stati aggrediti. Nella notte tra sabato e domenica, per impedire i controlli a due venditori abusivi di bibite, una cinquantina di giovani avevano accerchiato i militari e qualcuno li aveva spintonati e strattonati per la divisa.

Leggi tutto