Maturità, ecco il toto tracce: dai Trattati di Roma a Don Milani

Oltre 500mila studenti affronteranno la prima prova scritta, il tema di italiano (foto: Getty Images)
3' di lettura

A poche ore dall'inizio degli esami, sale la tensione negli oltre 500mila studenti che dovranno affrontare la prima prova scritta: ecco i pronostici sui possibili argomenti oggetto del tema di italiano

Mancano ormai poche ore all’inizio degli esami di maturità, ma la febbre del toto tracce è già salita da tempo. Dal sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, ai 150 anni dalla nascita di Luigi Pirandello, passando per i 50 anni dalla morte di Don Milani, sono tanti gli argomenti che potrebbero costituire traccia d’esame per gli oltre 500mila studenti italiani impegnati nella prima prova scritta.

La prima prova scritta

Il tema di italiano è la prima prova scritta comune a tutti gli istituti superiori e licei. Gli studenti potranno scegliere una tra le tracce messe a disposizione dal Miur e avranno sei ore a disposizione per svolgerla. Il ministero dell’Istruzione ha già scelto gli argomenti a maggio e in quell’occasione aveva definito le quattro tracce sviluppate "belle e coerenti con il percorso di studi dei maturandi". Ci saranno la classica analisi di un testo in prosa o poesia di un autore italiano, il saggio breve o articolo di giornale, il tema storico e quello di attualità. Successivamente, il secondo scritto, diverso a seconda di ogni percorso di studio, è calendarizzato per il 22 giugno. La terza prova, invece, non viene più elaborata dal Miur, ma dalle singole scuole e precede la quarta ed ultima prova: il colloquio orale.

Gli anniversari

Intanto, già da diverse settimane, è iniziato tra gli studenti il toto-traccia. Il 2017 è stato un anno ricco di anniversari che potrebbero essere oggetto d’esame. Il popolare sito "Studenti.it" ha provato a fare il punto raccogliendo gli argomenti più probabili: il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, i 150 anni della nascita di Luigi Pirandello, i 30 anni dall’arrivo della medicina contro l’Hiv e i 50 anni dalla morte di Don Milani, sono solo alcune delle ricorrenze che potrebbero essere state scelte dal Miur. Qualcuno poi ha passato al vaglio gli ultimi impegni della ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli. Il 23 maggio, ad esempio, si è recata a Palermo per la commemorazione dei 25 anni dalla morte di Giovanni Falcone. E, più recentemente, la titolare del Miur ha ricordato nella sede del ministero la figura di Don Milani, sacerdote impegnato nell'insegnamento e nella promozione dell'istruzione anche tra i meno abbienti.

I temi di attualità e l'analisi del testo

Anche sull’attualità le ipotesi sono diverse. Il portale studentesco cita la Brexit, cioè l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea, i terremoti che hanno colpito il Centro-Italia, il referendum costituzionale del 4 dicembre 2016. E poi ancora la legge sul testamento biologico e il caso di Dj Fabo, che ha scelto di morire in una clinica svizzera, le unioni civili e la legge sul femminicidio. Per quanto riguarda l’analisi del testo, l’anno scorso toccò a un brano di Umberto Eco. Quest’anno il nome che circola con più insistenza è quello del linguista Tullio De Mauro, morto il 5 gennaio scorso.

Leggi tutto