Rubata la reliquia di Don Bosco nell’Astigiano

3' di lettura

Furto nella notte nella basilica di Castelnuovo: l’urna con il cervello del fondatore della congregazione salesiana è stata trafugata da ignoti. Indagini in corso. Appello dell'arcivescovo di Torino: "Ridarla senza condizioni"

L'urna con il cervello di San Giovanni Bosco è stata rubata nelle scorse ore dalla Basilica di Colle Don Bosco, nel comune di Castelnuovo (Asti).
La reliquia si trovava dietro l'altare maggiore, nella parte inferiore della basilica costruita nei luoghi natii del fondatore della congregazione salesiana. 
Il furto risalirebbe a ieri sera. Secondo quanto si è appreso, la comunità si sarebbe accorta del furto all'ora di chiusura della Chiesa. Le indagini dei carabinieri, coordinate dalla procura di Asti, si stanno svolgendo nel massimo riserbo.

Arcivescovo di Torino: "Ridarla senza condizioni" 

"Invito chi ha sottratto la reliquia a restituirla subito, senza condizioni": questo l'appello dell'arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia, a chi ha profanato la reliquia di San Giovanni Bosco. Nosiglia, che denuncia la "profonda miseria morale" insita in quanto accaduto, invita inoltre tutti i sacerdoti della diocesi torinese a "ricordare la comunita' salesiana nella celebrazioni di domani, Solennità di Pentecoste.

Salesiani: "Non si può rubare Don Bosco a noi e ai pellegrini"

"Molto addolorati" ma anche "sicuri" che si possa trafugare una sua reliquia "ma non si possa rubare don Bosco a noi e ai tanti pellegrini che ogni giorno visitano questi luoghi". Don Ezio Orsini, rettore della Basilica di Castelnuovo commenta così il furto della reliquia del santo. "Confidiamo che don Bosco - aggiunge il salesiano - possa toccare il cuore di chi ha compiuto tale gesto e farlo ritornare sui suoi passi così come era capace di trasformare la vita dei giovani che incontrava".

Sindaco di Castelnuovo: "Aspettiamo indagini"

"Ho letto la notizia ed ho sentito telefonicamente il rettore della Basilica don Ezio Orsini. C'è un'indagine in corso, aspettiamo". Così Giorgio Musso, il sindaco di Castelnuovo don Bosco, paese dell'astigiano dove questa notte è stata trafugata l'urna con i resti di Don Bosco, commenta l'accaduto."Una cosa di questo genere - aggiunge - non era mai accaduta ma, visti i tempi che corrono, c'è da aspettarsi veramente di tutto".

Basilica consacrata nel 1984

Colle don Bosco è la collina che sorge in borgata Becchi, frazione Morialdo del comune di Castelnuovo (Asti), dove San Giovanni Bosco nacque il 16 agosto 1815. La basilica è stata consacrata nel 1984. Le reliquie del Santo sono collocate dietro l'altare della Chiesa inferiore, a indicare il luogo di nascita del fondatore dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

Bergoglio e i salesiani

Santo molto caro a Bergoglio, in occasione dei 200 anni della sua nascita, nel 2015, Papa Francesco gli ha reso omaggio nella basilica di Maria Ausiliatrice, a Torino. "Sono tanto riconoscente ai salesiani, per quello che hanno fatto per la mia famiglia, che era molto attaccata a loro", aveva detto in quella occasione. "Mia mamma e mio papà - aveva aggiunto Francesco - sono stati sposati da un salesiano, missionario della Patagonia, proveniente da Lodi, che mi ha molto aiutato nella mia vocazione".

Altro furto nel 2011 ad Alassio

Una reliquia di San Giovanni Bosco era stata già rubata nel dicembre 2011 ad Alassio. Era contenuta in una teca all'interno della chiesa di Santa Maria degli Angeli della cittadina in provincia di Savona. Si trattava di un ossicino di una mano di San Giovanni Bosco donato molti anni prima da un privato alla Chiesa.  

Leggi tutto