Vaccini obbligatori, corsa contro il tempo per attuare il decreto

2' di lettura

Il nuovo piano vaccinale varato solo 4 mesi fa inseriva già le 12 vaccinazioni in questione tra i livelli essenziali di assistenza ma alcune di queste sono gratuite in tutte le regioni solo per i nati nel 2017

Dopo l'approvazione del decreto legge  che stabilisce l'obbligatorietà di 12 vaccini per il prossimo anno scolastico, scatta la corsa contro il tempo per predisporre un piano che permetta a tutti di mettersi in regola.

I vaccini obbligatori

I vaccini diventati obbligatori sono quelli contro difterite, poliomelite, tetano, epatite B, pertosse, meningococco B, meningococco C, morbillo, rosolia, parotite, varicella, Aemophilus influenzae. Il nuovo piano vaccinale varato solo 4 mesi fa inseriva già tutti e 12 i vaccini in questione tra i livelli essenziali di assistenza ma alcuni di questi (il meningococco b e la varicella) diventavano automaticamente gratuiti in tutte le regioni solo per i nati nel 2017.

Ora ogni regione e le singole Asl dovranno organizzarsi per far fronte a tutte le somministrazioni, in mancanza delle quali, i bambini da zero a 6 anni non potranno a iscriversi a nidi o scuole materne (né pubbliche né private) mentre le famiglie dai 6 ai 16 anni rischiano sanzioni economiche che vanno da 500 a 7.500 euro.

 

Applicazione graduale

Ad ogni modo, l'applicazione dell'obbligatorietà, spiega a Sky TG24 Catia Borriello, responsabile della funzione vaccini della città di Milano, sarà in ogni caso graduale in base all'età

Leggi tutto