Caldo anomalo, l’orso Francesco esce dal letargo un mese prima. VIDEO

1' di lettura

L’animale, monitorato dal dipartimento di Scienze ambientali e animali dell’Università di Udine, ha dormito dal 31 dicembre al 17 febbraio. Secondo gli esperti si è svegliato a causa della temperatura sopra la media

È durato solo 48 giorni il letargo di Francesco, l’orso che vive in Carnia, sulle montagne tra Preone, Socchieve e Verzegnis.

 

In anticipo di un mese - L’animale è monitorato dal dipartimento di Scienze ambientali e animali dell’Università di Udine tramite un collare satellitare, che ha permesso ai ricercatori di accorgersi del risveglio anticipato di Francesco, che ha dormito dal 31 dicembre al 17 febbraio e si sarebbe dovuto svegliare tra almeno un mese.

 

I cambiamenti climatici - Secondo gli studiosi il fenomeno è dovuto all’inverno anomalo e al caldo dei giorni scorsi. Le conseguenze di questo risveglio anticipato non sono facilmente prevedibili: uno dei fattori determinanti è quanto l’orso ha mangiato prima del letargo anche se, secondo gli esperti, data l’assenza di neve dovrebbe essersi nutrito a sufficienza.

Leggi tutto