Enel, installate prime 30 colonnine di ricarica per auto elettriche

Anche la Nissan tra i costruttori automobilistici che hanno collaborato al progetto Eva (foto da profilo Twitter Nissan)
3' di lettura

Attive dal primo ottobre, saranno riservate ai veicoli elettrici per le strade a lunga percorrenza sulla tratta Roma-Milano, con una infrastruttura ogni 60 chilometri circa

A partire dal primo ottobre saranno attive sulla tratta Roma-Milano le prime 30 colonnine di ricarica per auto elettriche. Venti di queste erano già state installate da Enel nell’ambito del progetto EVA+ - Electric Vehicles Arteries, alle quali se ne sono aggiunte altre dieci per potenziare ulteriormente la rete. Le installazioni per le strade a lunga percorrenza si trovano in prossimità degli accessi autostradali, con una infrastruttura ogni 60 chilometri circa. Il progetto di mobilità elettrica prevede l'installazione in tre anni, lungo le tratte extraurbane, di 200 colonnine di ricarica veloce, 180 in Italia e le altre 20 in Austria.

Punti ricarica per spostamenti extraurbani

Il programma è stato co-finanziato dalla Commissione europea nell’ambito di “Connecting Europe Facility”. Enel ne fa parte in qualità di coordinatore, ma il progetto vede anche la collaborazione della Verbund, principale utility austriaca, oltre che di alcuni dei principali costruttori automobilistici di veicoli elettrici come Renault, Nissan, BMW e Volkswagen Group Italia. Sono 30 i punti di ricarica che saranno attivi a partire da domenica primo ottobre e si trovano principalmente in aree adiacenti agli accessi autostradali: lo scopo è consentire l’uso anche a coloro che utilizzano veicoli elettrici per spostamenti extraurbani. L’idea è che le soste siano compatibili con il tempo di ricarica, in luoghi come i centri commerciali ad esempio. Per implementare il progetto, infatti, sono stati siglati accordi con il circuito Outlet Village, comuni, hotel, ristoranti, gruppi Aci e le stazioni di servizio Total Erg e Api/ip. La tecnologia delle infrastrutture, interamente sviluppata da Enel, garantisce un pieno di energia in meno di 20 minuti ed è compatibile con tutti i veicoli elettrici in commercio.

Espansione futura

Il progetto prevede ulteriori espansioni delle infrastrutture: in tre anni dovrebbero essere installate, lungo le tratte extraurbane, altre 200 colonnine di ricarica veloce, di cui 180 in Italia e 20 in Austria. Nel mese di ottobre, poi, la collaborazione con Anas dovrebbe portare all’installazione di ulteriori stazioni di ricarica: una sul Grande raccordo anulare e due sul tratto di autostrada Salerno-Reggio Calabria. A Milano la stazione di ricarica è stata installata nell’area di servizio Api/Ip di via La Spezia. Quest’ultima servirà sia le auto per le tratte extraurbane che quelle che si muovono in città. Nello specifico, i comuni che hanno aderito al progetto mettendo a disposizione aree pubbliche nei pressi delle uscite autostradali sono: Barberino del Mugello, Firenze, Orvieto, Cassino, Tortona, Trivolzio, Vicolungo, Carpi, Albisola Superiore, Ronco Scrivia, Sant’Ilario d’Enza, Terranova Bracciolini.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24