Consumo critico e sostenibilità, a Milano torna "Fa' la cosa giusta!"

Un momento dell'edizione 2016 (foto: Alessia Gatta)
1' di lettura

Appuntamento dal 10 al 12 marzo con la 14sima edizione della fiera nazionale degli stili di vita ecocompatibili, con 700 espositori divisi in 11 sezioni tematiche e 6 aree speciali. Tra i tanti laboratori anche quelli sulla cosmesi biologica, dove si insegnerà a produrre saponi e creme naturali

Etica e sostenibilità in tutti i settori. Anche nella bellezza e nella cosmesi. Sono le parole d'ordine della 14sima edizione di “Fa' la cosa giusta!”, la fiera nazionale del consumo critico che torna a Milano, presso il polo di Fieramilanocity, dal 10 al 12 marzo.

Il programma della fiera – Organizzata da Terre di mezzo con il patrocinio del Comune di Milano, la rassegna di quest'anno ospita 300 appuntamenti fra incontri, convegni, laboratori per adulti, bambini e ragazzi, degustazioni, dimostrazioni pratiche e letture. Nei 32mila metri quadri dei padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity sono inoltre ospitati 700 espositori divisi in 11 sezioni tematiche: “Mangia come parli”, con 101 espositori tra i quali i piccoli produttori dell'Umbria e del Centro Italia colpiti dai terremoti degli scorsi mesi; “Area vegan”, con laboratori interamente dedicati al mondo vegano; “Street food”, con i cibi di strada provenienti da tutte le parti d'Italia.

E poi ancora spazio alla sezione “Mobilità sostenibile” che presenta i mezzi di trasporto a basso impatto energetico. La sezione “Critical fashion” è una vetrina dedicata alla moda etica e sostenibile, a cui si affiancano “Turismo consapevole e percorsi”, con 96 espositori che presenteranno le loro proposte di itinerari sostenibili; “Il pianeta dei piccoli”, con spazi riservati ai bambini di tre fasce d'età; “Abitare green”, lo spazio per l'arredamento eco-compatibile. Infine ci saranno le sezioni  “Servizi per la sostenibilità”, con incontri di finanza etica e servizi solidali; e “Pace e partecipazione” che riunirà 45 tra associazioni e cooperative attive nel settore del sociale.

 

La cosmesi naturale e biologica - La sezione "Cosmesi naturale e biologica" rappresenta una delle sezioni più visitate. Gli stand dedicati ai prodotti cosmetici biologici ospiteranno i produttori del settore e  tutte le ultime novità per la cura della persona. Biologiche, sostenibili e non testate sugli animali. Gli organizzatori hanno anche previsto dei laboratori organizzati dai professionisti dell'azienda La saponaria, nei quali verrà insegnato ai partecipanti a realizzare in casa saponi e cosmetici naturali. Dal sapone scrub allo shampoo solido, dalla crema viso addolcente calendula e acido jaluronico al sapone liquido, fino agli usi più insoliti del sapone come la ceretta al sapone, i guanti per la doccia e i saponi segnaposto. Gli espositori di Greenme.it  insegneranno, invece, a realizzare una crema solida, nutriente e pratica e ad utilizzare il limone come ingrediente per la preparazione di diversi prodotti naturali: dalla maschera purificante per il viso ai sali da bagno energizzanti.

 

Le 6 aree speciali - Nel corso della fiera ci sarà ampio spazio anche per gli eventi e le esposizioni delle sei aree speciali. “Economia circolare”, ad esempio, sarà incentrata sul tema del riutilizzo dei materiali ad alto impatto ambiantale. “Salumeria del design” si dedicherà al lato più accattivante dell'economia circolare: quello che riguarda le tecniche di trasformazione del materiale di recupero in piccola oggettistica di design. Ancora “Spazio donna”, il settore dedicato ai prodotti e ai servizi pensati per l'universo femminile; “Eco wedding” che proporrà al pubblico le idee per un matrimonio sostenibile e a impatto zero; “Territori resistenti”, con un focus sulle zone a rischio di spopolamento; e infine “Fa' la cosa giusta! Umbria” con uno spazio dedicato all'edizione locale della fiera prevista a Bastia Umbria (Perugia) dal 6 all'8 ottobre.

 

Leggi tutto