Alto Adige: procura chiede rinvio Klotz per manifesto choc

Trentino Alto Adige
6c38772fdd102b8b03069659c8701782

Cadavere con la scritta "Il medico non sapeva il tedesco"

(ANSA) - BOLZANO, 03 DIC - Un anno fa la Sued-Tiroler Freiheit aveva affisso in Alto Adige il manifesto choc di un cadavere con la scritta "Il medico non sapeva il tedesco", ora la procura di Bolzano ha chiesto il rinvio a giudizio per la fondatrice del partito Eva Klotz e altri tre esponenti. Lo comunica la Sued-Tiroler Freiheit in una nota, affermando che "l'aula di tribunale è il luogo giusto per ribadire il diretto dell'uso della madrelingua".
    Il partito ribadisce che il manifesto non metteva in discussione le competenze professionali dei medici italiani, ma il diretto del paziente di comunicare nella sua lingua. "Se il ministero della salute vede nell'iscrizione di medici tedeschi un pericolo, allora questo significa che i sudtirolesi sono cittadini di serie B. Questo è palese razzismo e di certo non il manifesto della Sued-Tiroler Freiheit", si legge nella nota.
    (ANSA).
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.