Torino, caporalato in ipermarket e centri commerciali: nove a giudizio

Piemonte

L'indagine è partita nel giugno 2015 dopo un incidente stradale nell'Astigiano costato la vita a una lavoratrice: risultò che alla guida della vettura c'era un collega che stava rientrando da 19 ore di servizio consecutive

Nove persone sono state rinviate a giudizio a Torino con l'accusa di "intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro". Gli imputati sono un responsabile della Elpe, ditta torinese che si occupa di logistica, e i titolari di cooperative che avevano in subappalto il reclutamento di lavoratori (magazzinieri, scaffalatori) per ipermarket e centri commerciali.

Le accuse

Secondo l'accusa, sostenuta dal pm Vincenzo Pacileo, gli stipendi dei lavoratori, il trattamento degli straordinari e la gestione delle ferie non erano conformi a quanto previsto dai contratti di lavoro nazionali. Gli accertamenti riguardano il periodo compreso fra il 2016 e il 2018: ora le aziende risultano essersi messe in regola.

Le indagini

L'indagine è partita nel giugno 2015 dopo un incidente stradale nell'Astigiano costato la vita a una lavoratrice: risultò che alla guida della vettura c'era un collega che stava rientrando da 19 ore di servizio consecutive. Su cause e responsabilità del decesso aprì un fascicolo la procura di Asti, mentre i carabinieri dell'ispettorato del lavoro di Torino avviarono altri accertamenti. Nel caso, quindi, si occupò anche la guardia di finanza. Gli imputati contestano la ricostruzione effettuata dalla procura di Torino. 

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24