Usura ed estorsione nell’Astigiano: cinque arresti e otto denunce

Piemonte
©Fotogramma

I soggetti sono stati fermati dai finanzieri tra Villanova d’Asti, Moncalieri e Albenga, in provincia di Savona. Sono stati sequestrati 6.500 euro in contanti, assegni, documentazione bancaria, un camion frigo che gli era stato dato come acconto da un imprenditore minacciato e due pistole giocattolo

Centomila euro di debito contratto da strozzini con tassi di interesse fino al 400 per cento. Per questo la Guardia di finanza di Asti ha arrestato cinque persone con l'accusa di usura ed estorsione nelle province di Asti e Torino. Si tratta di italiani, fermati tra Villanova d'Asti, Moncalieri e uno ad Albenga (Savona) dove era in campeggio per le vacanze. Otto in totale le persone denunciate.

L’operazione

L'operazione, a cui hanno partecipato oltre 40 militari, era nata dal monitoraggio del territorio astigiano e dall'esame di flussi bancari del titolare di un'azienda agricola locale e amministratore di una società a responsabilità limitata.

I sequestri

Una decina le perquisizioni effettuate dai finanzieri: sono stati sequestrati 6.500 euro in contanti, due pistole giocattolo, numerosi assegni, documentazione bancaria e cambiali frutto dell'attività illecita, oltre a un camion frigo, dato come acconto agli usurai, che avevano minacciato un imprenditore astigiano che temeva per la propria incolumità. 

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24