Torino, udienza Riesame per scontri di febbraio: presidio antifascista fuori da tribunale

Piemonte

Presenti anche le madri di alcuni indagati. L'udienza si è conclusa dopo quattro ore e il giudice si è riservato di decidere

Un centinaio di militanti di collettivi universitari antifascisti, No Tav e del centro sociale Askatasuna hanno manifestato davanti al Palagiustizia di Torino in occasione dell'udienza al Tribunale del Riesame nei confronti di 32 persone denunciate, 19 delle quali colpite anche da misure cautelari, per gli scontri al Campus Einaudi dello scorso febbraio. Al presidio erano presenti anche le madri di alcuni indagati. "Libertà per gli antifascisti" è lo striscione che fa da sfondo al presidio. L'udienza si è conclusa dopo quattro ore e il giudice si è riservato di decidere. 

Gli scontri

Era il 13 febbraio scorso quando un convegno sulle foibe, contestato dal Fuan, scatenò tensioni al Campus Einaudi dell'Università di Torino. Per quell'episodio a luglio la Digos del capoluogo piemontese ha eseguito ora una ventina di misure cautelari, tra arresti domiciliari, divieti di dimora e obblighi di firma. 

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24