Asti, forze dell'ordine interrompono rave: in 400 lungo fiume Tanaro

Piemonte
©Ansa

Al momento non ci sarebbero criticità: le forze di polizia stanno svolgendo controlli sui partecipanti, molti dei quali sono stati convinti ad andarsene

Interrotto questa mattina un rave party non autorizzato in un'area boschiva di San Martino Alfieri, nell'Astigiano, lungo il fiume Tanaro, in località Tanarella, una zona difficilmente raggiungibile. L'area, a detta del sindaco del piccolo Comune, Andrea Gamba, si sta lentamente svuotando

Le verifiche

Polizia e carabinieri stanno svolgendo verifiche sui partecipanti, circa 400. La festa era iniziata la scorsa notte, nonostante le misure anti Coronavirus, e stava andando avanti anche questa mattina. Al momento non ci sarebbero criticità: le forze di polizia stanno svolgendo controlli sui partecipanti, molti dei quali sono stati convinti ad andarsene. Nessuno, al momento, è stato deferito.

Il sindaco: "Fatto grave per il periodo"

"Ho saputo questa notte cosa stava accadendo i residenti hanno visto accalcarsi persone. Non pensavamo fosse una cosa del genere". Il primo cittadino di San Martino Alfieri, in contatto con le forze dell'ordine e la prefettura, riferisce che non era mai accaduta una cosa simile nel suo Comune: "È un fatto grave per il periodo: organizzare raduni appena terminata l'emergenza sanitaria è scandaloso" afferma. "Mi sono raccomandato - prosegue - che il deflusso delle persone avvenga lungo la statale, non nel centro abitato, siamo un piccolo borgo". Non giudica queste persone il sindaco Gamba, "ma ho a cuore il decoro del paese e l'ordine. Chi pagherà le spese di bonifica? C'è immondizia ovunque, non è corretto che la mia comunità si debba sobbarcarsi di questi costi".

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24