Coronavirus, Cirio: "Percorso Piemonte giusto, ma settimana cruciale"

Piemonte

Così il governatore: "Il valore assoluto dei nuovi contagi ogni giorno è ancora importante, ma registriamo un calo di chi inizia ad ammalarsi e una costante riduzione dei ricoverati in terapia intensiva, passati dai 450 di quindici giorni fa agli attuali 250"

"Guardiamo con speranza alla data del 4 maggio, che dovrà essere confermata perché le regole e i tempi li dettano l'emergenza sanitaria. Ecco perché questa settimana sarà cruciale per il Piemonte". Il presidente della Regione, Alberto Cirio, fa il punto in video conferenza sulla ripresa della regione. "Il valore assoluto dei nuovi contagi ogni giorno è ancora importante, ma registriamo un calo di chi inizia ad ammalarsi e una costante riduzione dei ricoverati in terapia intensiva, passati dai 450 di quindici giorni fa agli attuali 250. Questo significa che il percorso che stiamo compiendo è corretto". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

"Subito 800 milioni di euro per 'Riparti Piemonte'"

Inoltre, la Regione Piemonte è in grado di mettere a disposizione subito 800 milioni di euro per fare ripartire l'economia, attraverso un disegno di legge della giunta da portare all'immediata approvazione del consiglio regionale. "Dobbiamo fare in modo - ha spiegato Cirio - che la liquidità necessaria arrivi nelle tasche di chi ne ha bisogno. Per questo reiteriamo la richiesta non di poteri speciali ma di procedure speciali, semplici facili e immediate. Abbiamo effettuato la verifica e l'importo delle risorse rimodulabili è di 800 milioni di euro, tra 220 milioni di fondi regionali, Fesr non ancora impiegati o che non sono stati ancora rimodulati, fondi statali, in minima parte, e fondi sociali europei. Entro la metà di maggio il 'Riparti Piemonte' potrà essere operativo. Sarà un piano che andrà anche in direzione della semplificazione burocratica". Per il personare sanitario è previsto uno stanziamento di 55 milioni di euro: "Non credo siano sufficienti per ringraziarli, ma è un segnale che volevamo dare". Infine, c'è anche la cultura tra i settori sostenuti dalla Regione con il disegno di legge 'Riparti Piemonte': "Passiamo dal progetto al soggetto. Se non fai il progetto perché c'è il Coronavirus, non dimentico il soggetto. Della cultura se ne parla poco, ma non dobbiamo dimenticare che lì ci sono tante professionalità", ha concluso.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.