Coronavirus Piemonte, droni in volo su Torino per controllare i parchi

Piemonte

Droni per controllare il rispetto delle misure per il contenimento dell'epidemia di Covid-19. Da oggi pomeriggio, e per tutti i fine settimana, a Torino supporteranno le forze dell'ordine, nel monitoraggio dei parchi Pellerina e Colletta e lungo il Po

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Piemonte 

Da oggi pomeriggio, e per tutti i fine settimana, a Torino le forze dell'ordine avranno il supporto dei droni per monitorare i parchi della città e controllare il rispetto delle misure per il contenimento dell'epidemia di Covid-19. Intanto è entrata in funzione nel laboratorio analisi dell'ospedale di Asti la nuova apparecchiatura Diasorin per la gestione dei tamponi. Il nuovo strumento può gestire fino a otto campioni in contemporanea in un tempo compreso tra i 90 e i 120 minuti. Il sindaco di Vogogna, invece, passerà la quarantena in Comune. La decisione è stata presa dopo che una dipendente comunale è risultata positiva al coronavirus. In attesa dei risultati dei tamponi, fatti sia al primo cittadino che ai dipendenti, gli uffici sono stati chiusi. (DIRETTA)

19:36 - Pronti kit per tamponi messi a punto da UniTo e Upo

Dopo avere superato la fase di sperimentazione, sono pronti i kit con i reagenti per i tamponi utilizzati per identificare il Coronavirus messi a punto in Piemonte dai laboratori delle Università di Torino (UniTo) e del Piemonte Orientale (Upo). Lo annunciano il governatore Alberto Cirio e l'assessore regionale all'Innovazione e agli Atenei, Matteo Marnati. "In questo modo - spiega Cirio - la Regione riesce a fare fronte all'esigenza di fare più tamponi sapendo che più test si faranno, più reagenti saranno necessari. Ed è per questa ragione che abbiamo coinvolto le nostre eccellenze come le due Università. In pochi giorni abbiamo incrementato l'attivazione dei laboratori da 2 a 18 e soltanto ieri abbiamo eseguito oltre 3600 tamponi".  

19:16 - A Cuneo da lunedì buoni spesa

A Cuneo, i "buoni spesa" per chi è in difficoltà causa emergenza coronavirus saranno disponibili dal 6 aprile. Dalle 9 di lunedì, e in ordine di presentazione della domanda, si potrà presentare richiesta. I voucher sono in corso di stampa con una speciale carta anti-contraffazione e sono "riservati per l'acquisto di beni alimentari di prima necessità". Alla città di Cuneo sono stati assegnati dal Governo quasi 300 mila euro. Possono fare richiesta i residenti nel Comune "in stato di assoluto bisogno economico e assoluta necessità di generi alimentari e beni di prima necessità". I voucher saranno erogati, spiegano dal Comune, "tenendo conto esclusivamente dell'ordine di arrivo della domanda e l'analisi del fabbisogno che sarà realizzata dagli uffici comunali in collaborazione con i servizi socioassistenziali: l'analisi verrà condotta per nuclei familiari e non per individui".

19:07 - Arpa Piemonte produce 8mila litri di gel igienizzante

I 6 laboratori della rete di Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) hanno prodotto, a oggi, 7859 litri di liquido igienizzante destinato alle forse dell'ordine e al personale sanitario, di cui 5600 da sostanze premiscelate e 2259 preparati a partire dalle materie prime. "Per perfezionare ulteriormente il prodotto che distribuisce, Arpa Piemonte - spiega una nota - ha introdotto una sostanza gelificante che va ad aumentare la viscosità del prodotto finale, migliorandone quindi le performance: se ne spreca molto meno, in quanto più viscoso e meno volatile". Sono sono già distribuiti 4.062 litri di prodotto.

17:58 - In Piemonte reclutati 1.739 professionisti della sanità

Sono 1.739 le risorse umane aggiuntive finora reclutate, con diverse forme contrattuali, dalle Aziende sanitarie regionali del Piemonte per l'emergenza coronavirus. Tra queste, 323 medici, 835 infermieri e 581 altre professionalità, tra cui biologi, farmacisti, operatori socio sanitari, tecnici di laboratorio e fisioterapisti. "Siamo grati al personale sanitario che ha risposto così generosamente ai bandi dell'Unità di crisi della Regione Piemonte - osserva l'assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Luigi Genesio Icardi -, tutti stanno lavorando al meglio delle proprie capacità, con sforzi enormi, in condizioni di massima emergenza. Ringraziamo di cuore i volontari e quanti sono arrivati dall'estero per offrire il loro contributo. Il Piemonte sta affrontando la crisi più difficile, con il massimo delle forze disponibili".

16:31 - Comune di Settimo Torinese attiva servizio supporto genitori

Il Comune di Settimo ha attivato un servizio di supporto telefonico per genitori dei bimbi da zero a sei anni. Il servizio sarà gestito dalle educatrici del nido: si può chiamare per confrontarsi, condividere le difficoltà del periodo, richiedere un consiglio da persone formate a gestire i più piccoli. Il servizio è attivo tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, e nei pomeriggio di lunedì, mercoledì e giovedì dalle 15.30 alle 17.30. "I bambini, specie quelli più piccoli, stanno vivendo molte difficoltà e così i loro genitori - spiegano dall'amministrazione comunale - il supporto telefonico è la prima delle azioni pensate per la scuola, per i più piccoli e per le loro famiglie".

16:25 - Sindacati: 100mila sospesi da lavoro a Torino

Sono oltre 100.000 i lavoratori dell'area metropolitana di Torino sospesi dal lavoro per l'emergenza Coronavirus, che usufruiranno degli ammortizzatori sociali. Lo rendono noto Cgil, Cisl e Uil Torino che hanno firmato centinaia di accordi sindacali di cassa integrazione ordinaria, in deroga, dei fondi di integrazione salariale, ordinari e bilaterali alternativi o di settore. I sindacati, preoccupati perché questi lavoratori sono senza reddito, esprimono "forte preoccupazione per la situazione determinatasi nei luoghi di lavoro nell'area metropolitana di Torino. All'emergenza sanitaria che vede migliaia di lavoratrici e lavoratori impegnati nel nostro territorio a garantire le risposte pubbliche, negli ospedali, nelle Rsa, nei servizi sociali - spiegano - si aggiungono quelli dei supermercati, della vigilanza e dei settori che producono beni essenziali, in un contesto che pone la necessità di garantire un reddito alle lavoratrici ed ai lavoratori sospesi dal lavoro", spiegano i sindacati. 

15:35 - Arrestati due pusher a Torino: erano in un ristorante aperto

Il ristorante era aperto, nonostante le restrizioni imposte dall'emergenza Coronavirus, e seduti a un tavolo c’erano due pusher. È accaduto in corso Palermo, in un locale gestito da un cittadino senegalese, dove gli agenti del Commissariato Barriera Milano hanno arrestato per spaccio due uomini, sorpresi mentre stavano mangiando in compagnia a un tavolo del ristorante. Quando il giorno successivo i poliziotti sono tornati per contestare al ristoratore le violazioni dei decreti restrittivi hanno trovato il locale ancora aperto e con due avventori a pranzo. Per il ristorante è scattata quindi la chiusura provvisoria per 5 giorni.  

14:55 – La sartoria del Teatro Regio realizza 2mila mascherine a settimana

In attesa di tornare in scena il Teatro Regio di Torino, con la sua sartoria, ha deciso di contribuire alla lotta al Covid-19 realizzando mascherine da donare alla Protezione Civile e alla cittadinanza. Le prime 200 sono state distribuite oggi e una parte saranno disponibili gratuitamente anche nelle farmacie Vecco in via Roma e Sartoris in via Po. Per il sovrintendente Sebastian Schwarz si tratta di "un piccolo gesto ma che vuole testimoniare la nostra vicinanza ai cittadini. Un modo per sottolineare quanto il Regio sia il teatro della città. Ci sembrava giusto - aggiunge - dare il nostro contributo in un momento così difficile". Schwarz evidenzia che le sarte del Regio "si sono subito rese disponibili a realizzare a casa le mascherine. Cerchiamo di realizzarne il più possibile e dovremmo riuscire a produrne circa 2 mila alla settimana. Questo - sottolinea - è uno dei modi con cui vogliamo anche ringraziare quanti stanno decidendo di lasciare il proprio biglietto al teatro, invece di richiedere il voucher che mettiamo a disposizione per gli spettacoli cancellati. Per loro - conclude - stiamo pensando anche a un Albo speciale che raccolga tutti i nomi di coloro i quali hanno scelto di sostenere il teatro".

14:40 – Consiglieri regionali M5S versano stipendio nel fondo Covid-19

In Piemonte i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno versato oltre 59 mila euro sul fondo regionale per l'emergenza Covid-19, destinato a sostenere le strutture sanitarie e acquistare dispositivi medici. Il contributo, sottolineano i consiglieri pentastellati, è frutto della rinuncia a parte dello stipendio, "come è ormai consolidata tradizione tra gli eletti del Movimento". "In questo momento - affermano i consiglieri - riteniamo di fondamentale importanza sostenere in modo concreto la sanità pubblica che negli ultimi decenni ha subito un costante smantellamento da parte della vecchia politica. Questo contributo è l'ultimo tassello di un percorso ormai decennale. La somma restituita nel corso di tre legislature dagli eletti del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale supera di gran lunga gli 1,6 milioni di euro". "In passato - ricordano - i fondi sono stati destinati a svariati ambiti d'intervento: sostegno delle piccole e medi imprese, Fondo regionale per le emergenze da calamità naturali, Fondo regionale per l'edilizia scolastica, Corpo Antincendi Boschivi e numerose realtà associative".

14:39 – Sei contagiati al tribunale di Asti

Salgono a sei i dipendenti del tribunale di Asti positivi al coronavirus. Lo si apprende da fonti giudiziarie. Due sono ricoverati all'ospedale cittadino: uno è in terapia intensiva. Tra i contagiati due dipendenti degli uffici, due autisti e due guardie giurate della stessa società che fornisce il servizio sicurezza all'ospedale cardinal Massaia.

13:46 – Sindaco Casale Monferrato: “Pronti per acquistare altri test”

"Siamo sempre più determinati nel far diventare Casale la prima città piemontese a fornire i test Covid-19. Vogliamo acquistare quelli scientificamente più sicuri, più efficaci. Stiamo prendendo informazioni da laboratori, università e ospedali che già si stanno muovendo in questa direzione". Così il sindaco di Casale Monferrato, Federico Riboldi, secondo cui l'obiettivo si potrà raggiungere grazie alla generosità delle tante persone che hanno partecipato alla sottoscrizione aperta all'inizio dell'emergenza. Un grazie particolare è rivolto alle famiglie Triglio Godino e Nocivell (che appartengono al Iarp gruppo Epta, principale player europeo della refrigerazione commerciale) che hanno confermato una donazione di 200mila euro. A ieri sera - secondo i dati forniti dal Comune - all'ospedale 'S. Spirito' registrati 4 nuovi decessi, 12 ricoveri e 24 persone sottoposte a tampone; 4 pazienti sono guariti e dimessi.

13:42 – Prolungata chiusura Circolo Lettori

Le sedi di Torino, Novara e Rivoli della Fondazione Circolo dei lettori rimarranno chiuse fino al 14 aprile compreso, salvo ulteriori indicazioni date in seguito nell'ambito delle misure per contrastare il coronavirus. Continuano le iniziative digitali per regalare occasioni di approfondimento intorno ai libri e alle storie e incontrarsi nel mondo virtuale. I contenuti digitali ideati dalla Fondazione sono un modo per proseguire la missione dell'ente nato per promuovere e diffondere cultura, trasformando l'emergenza in un'opportunità per ampliare le attività grazie alle piattaforme digitali. Approfondimenti letterari e sull'attualità, presentazioni online, rubriche e intrattenimento culturale per tutte le età: ecco come la Fondazione si trasforma per rimanere a fianco della propria comunità di lettori e lettrici. #IoRestoaCasa con il Circolo dei lettori su Facebook, Instagram, Twitter e SoundCloud.

13:06 – Torino, Teatro Stabile annulla spettacolo di Baricco

Il Teatro Stabile di Torino comunica che sono sospesi gli spettacoli programmati nei suoi teatri fino al 13 aprile in ottemperanza all'ultimo decreto ministeriale relativo alle Misure per il contrasto e contenimento del diffondersi del virus Covid-19. Pertanto non andrà in scena, al Teatro Carignano dal 7 al 9 aprile, lo spettacolo "Alessandro Baricco legge Novecento' di Alessandro Baricco, Tommaso Arosio, Eleonora De Leo, Nicola Tescari, con Alessandro Baricco. Precedentemente erano già stati cancellati il 'Tartufo'' di Moliere, per la regia di Oskaras Koršunovas, in programma dal 16 al 18 aprile sempre al Carignano, e lo spettacolo, 'La casa di Bernarda Alba' di di Federico García Lorca, regia Leonardo Lidi, prodotto dal Teatro Stabile e che doveva andare in scena dal 17 marzo al 9 aprile 2020 al Teatro Gobetti. Lo spettacolo verrà inserito nel programma della nuova stagione. Per la sostituzione del biglietto con il relativo voucher, va inviata una mail alla biglietteria del Teatro Stabile.

13:04 – Torino, -30 decibel nelle strade della movida

Le rilevazioni condotte dall'Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale), in 11 punti di campionamento a Torino (8 sulle strade e 3 nel quartiere di San Salvario), hanno scoperto un calo fino a 30 decibel dell'inquinamento acustico nelle strade della movida. In quasi tutta la città, tranne che nelle vie di grande scorrimento, i decibel sono rientrati nei valori ammessi, 65 decibel di giorno, 55 di notte. La riduzione del traffico veicolare, calcolata nel 70% da quando sono entrate in vigore le misure più rigide, ha portato un calo di 10 decibel sulle strade. Lo studio di Arpa rivela anche la sola chiusura delle scuole aveva prodotto una diminuzione poco rivelante del rumore, -0.5 decibel, mentre nei giorni con lezioni sospese ma in assenza di altri provvedimenti restrittivi nelle zone delle movida i decibel erano addirittura aumentati, segno che non era stato rispettato l'invito a evitare assembramenti e a tenere comportamenti idonei a contenere il contagio da Coronavirus.

12:44 – Reale Group finanzia divisori nei taxi

Uno stanziamento di 78mila euro per installare divisori nei taxi tra guidatore e passeggeri. A finanziare il progetto è Reale Group, nell'ambito del suo impegno per l'emergenza coronavirus, per la quale ha messo a disposizione complessivamente 5 milioni.

12:30 – Migranti cuciono 2mila mascherine a Chieri

Duemila mascherine non chirurgiche, lavabili e riutilizzabili, per le persone che stanno prestando il loro aiuto ai concittadini anziani e più deboli nel territorio del chierese. Sono state realizzate dalla Sartoria Sociale di Chieri, emanazione del locale Museo del Tessile, con il coinvolgimento della cooperativa sociale La Contrada che ha visto all'opera 3 delle sue 6 sarte, già impegnate nel progetto di inserimento e integrazione di donne in stato di disagio 'Reborn in Italy'. Le donne, tutte giovani mamme, alcune ragazze-madri, sono arrivate a Chieri dopo aver affrontato la fuga dai loro Paesi d'origine, sui barconi o attraverso i deserti africani, e con questa iniziativa hanno voluto impegnarsi in un gesto di 'restituzione' al territorio che le ha accolte. Per realizzare le mascherine è stato utilizzato cotone a doppio strato già presente nella sartoria, mentre 1.000 metri di elastico sono stati donati dalla Passamaneria italiana di Chieri, socia del Museo.

12:18 – Biella, suona la chitarra in piazza: 680 euro di multa

Ha ricevuto un ammenda di 680 euro per essersi esibito in piazza a Mosso (Biella) con la chitarra. Il musicista, che aveva uno spettatore, è stato multato dai carabinieri di Valdilana malgrado la sua accesa protesta: "il parco non era recintato, non c'erano cartelli di divieto. Suonare non è reato", ha scritto nello spazio riservato alle dichiarazioni del trasgressore.

12:16 – A Staffarda tornano i pipistrelli, L'Ispra: "Nessun pericolo"

Con la primavera i pipistrelli tornano nell'abbazia di Staffarda, nel Cuneese, sito di interesse comunitario (Sic) e habitat di una delle più importanti colonie in Europa dei chirotteri, questa volta con una preoccupazione, immotivata secondo gli esperti, legata alla diffusione del coronavirus nella quale questi mammiferi avrebbero potuto avere un ruolo. L'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale di Roma (Ispra) ha redatto un testo, volto a dare una corretta informazione al pubblico, nel quale si legge che "nessun coronavirus potenzialmente dannoso per l'uomo è stato isolato in Italia o in Europa nei pipistrelli" e la prossimità di pipistrelli all'uomo, come ad esempio quella che si realizza in presenza di colonie di questi mammiferi in aree abitate, non pone rischi di trasmissione di SARS-CoV-2. "Puntualmente in questo periodo - precisa Mara Calvini, tecnico del Parco del Monviso - ,arrivano a Staffarda 1.200 femmine di due specie di chirotteri: sono esemplari di Vespertilio maggiore e Vespertilio minore".

12:15 – A Torino prorogata la chiusura dei cimiteri

In seguito alla proroga delle misure restrittive per l'emergenza Coronavirus, anche i cimiteri torinesi rimarranno chiusi al pubblico fino al 13 aprile compreso. Le visite ai propri cari sono quindi sospese in tutti e sei i cimiteri della città: Monumentale, Parco, Sassi, Cavoretto, Abbadia e Mirafiori. Sempre garantiti i servizi di accoglienza dei funerali e le attività di sepoltura. Orario continuato per i diaconi che danno le benedizioni all'ingresso, dalle ore 9 fino all'ultimo funerale. Rimangono chiusi al pubblico gli uffici informazione presso i cimiteri e sospese tutte le altre operazioni cimiteriali, esumazioni, estumulazioni, traslazioni. Interrotti anche i cantieri e le attività dei marmisti.

11:53 - Trasporta mascherine senza documenti, denunciato

Un imprenditore biellese, con qualche precedente penale per violazioni in materia fiscale, è stato sorpreso alla guida della sua auto con mille mascherine chirurgiche prodotte in Cina, ma senza la relativa documentazione necessaria a giustificare il trasporto, la fattura d'acquisto o la certificazione di conformità. Il materiale è stato sequestrato dai carabinieri in attesa di capire il canale attraverso cui sono arrivate e l'uso a cui erano destinate.

11:02 - Azienda dona pasti a protezione civile di Novara

L'azienda Magni di Vicolungo ha donato circa mille pasti, tra riso e pasta di riso al Coordinamento volontari della Protezione civile della Provincia di Novara che li destinerà ai Comuni del territorio, nei quali è stata riscontrata particolare necessità.

10:21 - Positivi in Rsa Rivarolo, oggi i primi tamponi

Due ospiti e un collaboratore della Rsa-Anffas di Rivarolo Canavese sono positivi al Coronavirus. A darne notizia il sindaco Alberto Rostagno. Il collaboratore, addetto in cucina, è risultato positivo ma asintomatico ed è stato collocato in quarantena. I due ospiti positivi, invece, in discrete condizioni di salute, sono stati ricoverati in ospedale. Oggi verranno eseguiti i tamponi a tutto il personale di servizio della struttura e nei prossimi giorni lo stesso test sarà effettuato anche agli ospiti. "La situazione è sotto controllo e non c'è motivo di allarme", ha assicurato il primo cittadino.  

09:59 - Pubblicizzavano online ricetta per guarire, denunciati

Pubblicizzavano sul sito della loro società una sorta di 'ricetta' in grado di curare il coronavirus. Un vero e proprio 'protocollo medico', privo di alcuna fondatezza scientifica, basato sulla somministrazione di integratori e di altre non precisate terapie. Gli amministratori di una società da anni attiva nel campo degli integratori e dei prodotti farmaceutici, sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza di Torino, che ha sequestrato oltre 170 mila prodotti parafarmaceutici e integratori. Nel corso dell'operazione, coordinata dalla procura di Milano, i finanzieri hanno oscurato i siti web della società nonché le pagine di un noto social network dove, tra l'altro, si esortavano gli utenti "a leggere con attenzione e condividere" i vari consigli medico-terapeutici, dispensati dalla coppia, marito e moglie, già arrestati in passato per esercizio abusivo della professione medica e somministrazione di farmaci guasti o imperfetti.

9:25 – Alla Asl di Asti è operativa l'apparecchiatura per i test veloci

È operativa nel laboratorio analisi dell'ospedale di Asti la nuova apparecchiatura Diasorin per la gestione dei tamponi covid-19, ha reso noto l'Asl. "Grazie a questa nuova tecnologia - spiega una nota - siamo in grado di processare fino a circa 80 tamponi sulle 24 ore, facendo lavorare la macchina a ciclo continuo". La priorità è per pazienti sospetti e personale esposto a rischio contagio. Il nuovo strumento può gestire fino a otto campioni in contemporanea in un tempo compreso tra i 90 e i 120 minuti. "L'Azienda - aggiunge - è quindi nelle condizioni di effettuare un numero di tamponi decisamente superiore a quanto possibile nelle scorse settimane".

9:22 - Droni in volo su Torino per controllare i parchi

Droni per controllare il rispetto delle misure per il contenimento dell'epidemia di Covid-19. Da oggi pomeriggio, e per tutti i fine settimana, supporteranno anche a Torino le forze dell'ordine, in particolare nel monitoraggio dei parchi Pellerina e Colletta e lungo il Po. La decisione, assunta nell'ultima riunione del Comitato ordine pubblico e sicurezza, è stata formalizzata da una specifica ordinanza del questore. Dal venerdì alla domenica, i velivoli della Drone Unit della polizia municipale si alterneranno a quelli del Comando provinciale dei carabinieri per visionare dall'alto le aree verdi, verificare eventuali violazioni e, nello specifico, controllare che non si creino assembramenti. "Con l'impiego di questo tipo di risorsa, sviluppata in linea con la vocazione all'innovazione della Città - sottolinea l'assessore Marco Pironti - ci poniamo l'obiettivo di migliorare il monitoraggio in ambito urbano, a maggiore garanzia della sicurezza dei cittadini. L'uso di velivoli a pilotaggio remoto offre un doppio vantaggio, la capacità di coprire un'area più vasta di osservazione e di liberare parte delle risorse umane impegnate nei servizi di monitoraggio per destinarle ad altre funzioni di supporto alle attività svolte nell'attuale contesto di emergenza".

8:17 - Impiegata positiva, sindaco di Vogogna: "Io in quarantena in Comune''

“Dormirò in municipio, dove farò la quarantena”, ha affermato Marco Stefanetta, sindaco di Vogogna, comune di 1700 abitanti in Ossola. La decisione è stata presa dopo che una dipendente comunale è risultata positiva al coronavirus. In attesa dei risultati dei tamponi fatti sia al sindaco che ai dipendenti, gli uffici sono stati chiusi. ''Una situazione difficile che mi ha spinto a restare qui in quarantena per evitare venga chiuso completamente il municipio'' dice Stefanetta, giovane sindaco, di 31 anni, al suo primo mandato.

8:10 - Azienda novarese di tendaggi inizia a produrre mascherine

Dopo l'azienda tessile di Romentino 'Baby2', un'altra ditta del Novarese ha deciso di convertire la propria attività producendo mascherine e dandole gratis a chi ne ha più bisogno. Si tratta di Pronema, che fino all'altro giorno produceva zanzariere e tendaggi: '' Nel reparto tendaggi del nuovo stabilimento di Agrate Conturbia (Novara), una quindicina di persone sta lavorando alla produzione di mascherine sanitarie in classe 1. Per tutelare il personale, l'azienda si è adeguata alle procedure di sicurezza definite dagli ultimi decreti e stabilito turni che limitino il numero di persone nell'area di lavoro'', spiega l'ad Gianmarco Martinotti. Pronema produrrà 2 mila mascherine nei prossimi giorni e 2500 successivamente: verranno donate a personale sanitario e membri delle forze dell'ordine.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.