Alessandria, paziente operato da sveglio di tumore al cervello

Piemonte

Assistito da uno psicologo, il giovane ha accettato di seguire tutte le fasi dell'intervento chirurgico in diretta in sala operatoria

All'ospedale Civile Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria un giovane è stato operato di tumore al cervello restando sveglio. Assistito da uno psicologo, il paziente ha accettato di seguire tutte le fasi dell'intervento chirurgico in diretta in sala operatoria. L'ospedale di Alessandria è uno dei primi in Italia a usare la tecnica dell'awake surgery.

Il paziente: "Ho avuto paura ma è andato tutto bene"

"Quando mi hanno spiegato che l'operazione si sarebbe svolta da sveglio - ha spiegato il giovane - non pensavo di trovarmi in un'esperienza così' bella e naturale. Ho partecipato per tutto l'intervento parlando con i medici. Ho avuto grande paura però tutto è andato a buon fine". Andrea Barbanera, direttore di Neurochirurgia, ha sottolineato che la 'chirurgia da sveglio' "permette di collaborare con il paziente nel monitoraggio delle funzioni cerebrali quali linguaggio, memoria e capacità di ragionamento. Solo in questo modo è possibile asportare alcuni tumori del cervello riducendo drasticamente il rischio di creare un danno neurologico nel decorso post-operatorio".

Torino: I più letti