Diffamò sui social network un funzionario della Digos di Torino: capo ultrà a processo

Piemonte

In un post lo ha descritto come "non degno" di servire lo Stato. Indagato anche un altro uomo che ha commentato in maniera ritenuta offensiva

A Torino è stato aperto in tribunale un nuovo processo nei confronti di Loris Grancini, capo degli ultras dei Vikings, gruppo ormai disciolto della Curva Sud della Juventus. Grancini, in carcere per una condanna definitiva per tentato omicidio, è accusato di diffamazione perché in un post su Facebook rivolto a un funzionario della Digos di Torino, ora assegnato ad altri incarichi, lo ha descritto come "non degno" di servire lo Stato. Anche la sua bacheca era piena di insulti: nel processo con il capo ultrà andrà anche un altro uomo che aveva commentato il post in maniera ritenuta offensiva.

Torino: I più letti