Caporalato: sei braccianti irregolari in alcune aziende del Cuneese

Piemonte

Un’operazione dei carabinieri ha portato alla scoperta di diversi lavoratori senza regolare contratto di lavoro e sanzioni amministrative per un totale di 30mila euro 

Nella giornata di sabato 13 luglio, un’operazione dei carabinieri nel Cuneese ha portato alla scoperta di sei i braccianti irregolari - uno già colpito da decreto di espulsione - sprovvisti di regolare contratto di lavoro.

Controlli in sei aziende frutticole e sanzioni per 30mila euro

In sei aziende frutticole di Saluzzo, Verzuolo, Costigliole e Revello (tutte nel Cuneese), sono stati 30, in totale, i braccianti agricoli stagionali, in gran parte stranieri, controllati dalle autorità. Il bilancio dell’operazione eseguita dai militari della Compagnia di Saluzzo, con la collaborazione dei carabinieri forestali, dell'ispettorato del lavoro e del reparto tutela agroalimentare dei carabinieri di Torino, nell'ambito dei controlli in agricoltura contro le forme di caporalato e lavoro nero, è di 30 mila euro in sanzioni amministrative nei confronti dei titolari coinvolti.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24