Torino, soprusi fisici e psicologici sulla moglie: condannato avvocato

Piemonte

La pena è stata ridotta in Appello a sette anni. L'uomo ha perseguitato la consorte dal 2008 al 2014, finché la donna non si è decisa a denunciare

La Corte d'Appello di Torino ha confermato la dichiarazione di colpevolezza per un avvocato accusato di avere sottoposto per anni la moglie, di origini russe, a vessazioni e soprusi fisici e psicologici. La pena, rispetto agli otto anni e due mesi inflitti in primo grado, è stata ridotta a sette anni. I fatti contestati si sono verificati dal 2008 al 2014. Il procedimento aveva preso le mosse da una denuncia della donna, che al processo si è costituita parte civile ed è stata rappresentata dall'avvocato Gianluigi Marino.

Torino: I più letti