Vercelli, rapina banca armato di lima e fugge: trovato in un albergo

Piemonte
Foto di archivio

Il rapinatore ha costretto la direttrice dell’ufficio a consegnargli circa 20mila euro in contanti. Prima che venisse arrestato aveva già speso parte del bottino, acquistando smartphone e abiti griffati 

Armato di una lima da falegname e a volto scoperto, è entrato in una banca a Tronzano, nel Vercellese, e ha costretto la direttrice dell’ufficio a farsi consegnare circa 20mila euro in contanti. Poi si è dato alla fuga e ha cercato di far perdere le sue tracce, senza riuscirci. Il rapinatore, un 21enne di origine marocchina, con precedenti, è stato infatti trovato dai carabinieri in un albergo vicino alla stazione di Novara ed è stato arrestato. È accusato di rapina aggravata.

Refurtiva spesa in acquisti

Il giovane ha tentato il colpo nella filiale della Biverbanca di Tronzano, dove risiede, e poi si è nascosto in un albergo di Novara, a cui i militari sono risaliti grazie anche ai filmati delle telecamere della banca. Il ladro aveva già speso una piccola parte della refurtiva, acquistando smartphone e abiti griffati, e non aveva resistito neanche alla tentazione di consumare un gelato. Ora l'arrestato si trova in carcere a Vercelli.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24