Torino, Cassazione condanna madre a risarcire il figlio: ostacolava le visite del padre

Piemonte
Foto di archivio

Secondo i giudici si è verificata una lesione dei diritto del minore perché uno dei due genitori ha posto degli ostacoli alle visite dell'altro

La Cassazione ha condannato una madre a pagare 5 mila euro al figlio per "lesione del diritto del minore alla bigenitorialità", perché ha ostacolato la frequentazione del minorenne con suo padre, ex marito della donna. Secondo i giudici si è verificata una lesione dei diritto del minore perché uno dei due genitori ha posto degli ostacoli alle visite dell'altro. È stata applicata una misura prevista dal codice di procedura civile, che in caso di grave inadempimento prevede il risarcimento del danno non nei confronti dell'ex coniuge ma del figlio. I giudici hanno confermato la decisione della Corte d'Appello di Torino che aveva dato ragione all'ex marito.

È stato sanzionato l'atteggiamento della madre

La madre si era giustificata sostenendo che fosse il bambino a voler vedere il padre solo con entrambi i genitori, ma i giudici hanno rilevato "comportamenti ostativi" alla frequentazione tra il padre ed il figlio. È stato sanzionato "un atteggiamento ostruzionistico della madre e il condizionamento al corretto svolgimento delle modalità di affidamento del minore", nonché "il disagio, le sofferenze ed i conflitti derivati al minore dall'atteggiamento della madre".

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24