Torino, condannati a 10 anni i ragazzi che provocarono la ressa in piazza San Carlo

Piemonte

L'episodio era accaduto il 3 giugno 2017, durante la proiezione su maxi schermo della finale di Champions, Juventus-Real Madrid. Il legale: "Faremo appello"

Sono quattro le condanne per omicidio preterintenzionale inflitte ai giovanissimi marocchini accusati di avere scatenato il panico in piazza San Carlo a Torino la sera del 3 giugno 2017 spargendo spray urticante tra la folla a scopo di rapina. L'episodio era accaduto durante la proiezione su maxi schermo della finale di Champions League Juventus-Real Madrid. In piazza ci furono 1.672 feriti e, in seguito, morirono due donne - Erika Pioletti e Marisa Amato - per le lesioni riportate.

Le condanne

La Gup, Maria Francesca Abenavoli, al termine di un rito abbreviato ha inflitto 10 anni, quattro mesi e 20 giorni di reclusione a Sohaib Bouimadaghen (soprannominato "Budino"), a Hamza Belghazi e a Mohammed Machmachi, di 21, 20 e 21 anni; per Aymene El Sahibi, 22 anni, considerato autore di un minor numero di furti, la pena è di 10 anni, tre mesi e 24 giorni. 

Le parole del legale

"Mi aspettavo qualcosa di diverso e di meglio e rimango convinto della nostra ricostruzione dei fatti: non ci fu la rapina all'origine della tragedia". Sono le parole dell'avvocato Basilio Foti sulla condanna ai quattro ragazzi. Poi, il legale ha continuato: "Leggeremo le motivazioni e faremo appello. Questa non è giustizia".

Torino: I più letti