Torino, il Salone del Libro resterà al Lingotto nei prossimi anni

Piemonte
Immagine d'archivio

Siglato un accordo triennale tra Silvio Viale, presidente dell'associazione 'Torino, la città del libro' e Salone libro srl, e l'amministratore delegato di Gl events Italia spa, Lamberto Mancini 

Il Lingotto di Torino si conferma come sede del Salone Internazionale del Libro anche per i prossimi anni. Silvio Viale, presidente dell'associazione 'Torino, la città del libro' e Salone libro srl ha firmato con l'amministratore delegato di Gl events Italia spa, Lamberto Mancini, un accordo triennale che risponde alla necessità della kermesse di operare con una prospettiva più ampia e alla volontà del polo fieristico di affermare il proprio ruolo nel sistema economico territoriale.

Le parole del presidente dell'associazione Torino, la città del libro

"Poter contare su un orizzonte contrattuale di tre anni - spiega Viale - ci consentirà di impostare il futuro del Salone già dal 14 maggio, non appena chiuderemo i cancelli di questa edizione. Si tratta di un format consolidato che stiamo evolvendo in un'ottica di maggiori servizi sia al pubblico sia agli espositori". Per Mancini l'accordo conferma "lo storico rapporto tra Lingotto Fiere e Salone del Libro", rivolgendo lo sguardo già "alle prossime due edizioni".

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.