Novara, fumogeni e striscioni violenti: Daspo a tre ultrà

Piemonte
Immagine d'archivio (ANSA)

I tifosi sono stati interdetti dall’accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive per un periodo rispettivamente di 5, 5 e 6 anni

Tre ultrà del Novara Calcio sono stati colpiti da Daspo a causa di alcuni episodi ritenuti violenti e avvenuti durante un incontro con la Pro Vercelli. I tre sono stati interdetti dall'accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive per una durata di 5, 5 e 6 anni rispettivamente. A emettere il provvedimento, il questore Sergio Molino. Per la durata del divieto, inoltre, in concomitanza con gli incontri del Novara Calcio, i tre avranno l'obbligo di presentarsi in questura. I tifosi, tutti residenti a Novara, sono stati anche denunciati.

I fatti contestati

I fatti risalgono al 3 novembre 2018, giorno in cui il Novara Calcio giocò contro la Pro Vercelli. Uno degli ultrà accese due fumogeni, mentre gli altri due, a volto coperto, esposero uno striscione non autorizzato, che incitava alla violenza.  

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24