Asti, costretta a prostituirsi per ripagare il debito del viaggio in Italia: 5 arresti

Piemonte
I carabinieri che hanno preso parte all'operazione (ANSA)

Nell'appartamento dove la 22enne incontrava i clienti i militari hanno trovato quasi un chilo e mezzo di marijuana. In manette l'aguzzina della giovane

Venticinquemila euro per raggiungere l'Italia, con la promessa di un lavoro e di una vita migliore, attraverso il deserto e poi su un gommone. Per ripagare il debito una nigeriana di 22 anni è stata costretta a prostituirsi in strada per mesi, fino a quando è riuscita a fuggire e a denunciare tutto ai carabinieri di Asti, che hanno arrestato la sua aguzzina, una connazionale di 24 anni. 

Sequestrata anche droga

Le indagini, coordinate dal Sostituto Procuratore Paolo Cappelli, della Dda di Torino, hanno consentito ai militari del Comandante provinciale, tenente colonnello Pierantonio Breda, di arrestare altri quattro nigeriani e di sequestrare quasi un chilo e mezzo di marijuana. La droga era nell'appartamento di corso Casale, dove la donna veniva costretta a prostituirsi. "Non c'era animismo, nemmeno riti per soggiogare la vittima, solo minacce, cattiveria e botte", spiega il comandante.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24