Maltrattamenti in casa di riposo nel Vercellese, 4 avvisi di garanzia

Piemonte
Foto di archivio

Tre anni fa altri 18 dipendenti della stessa struttura di Borgo d’Ale erano stati condannati per maltrattamenti. La pena complessiva era stata di 49 anni

Quattro avvisi di garanzia per ipotesi di reato che vanno dai maltrattamenti all'abbandono di incapace sarebbero stati notificati, a quanto si apprende, ad altrettanti dipendenti della residenza per anziani 'La Consolata' di Borgo d'Ale, nel Vercellese, già in passato al centro di un'inchiesta per maltrattamenti e violenza a danno degli ospiti della strutturae, a seguito dei controlli eseguiti dai Nas e dalla polizia. La perquisizione, disposta dalla procura di Vercelli, per verificare le condizioni igienico-sanitarie della casa di riposo, è stata effettuata questa mattina.

La precedente indagine

L'indagine precedente era terminata con il rinvio a giudizio e la condanna, nel settembre 2016, di 18 operatori accusati di maltrattamenti. La pena complessiva era stata di 49 anni. Grazie all'ausilio di videocamere di sorveglianza, nascoste all'interno del presidio, erano stati registrati oltre 300 episodi di violenza nei confronti degli anziani ospitati nella struttura. Il nuovo filone di indagini ha preso il via dopo il decesso di due anziani avvenuti l'estate scorsa: sui loro corpi sarebbero state rinvenute larve di mosca.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24