Asti, non funzionano i televisori in cella: protesta dei detenuti

Piemonte
Immagine d'archivio (Agenzia Fotogramma)

Circa 35 reclusi hanno messo in atto una protesta collettiva sbattendo oggetti sui cancelli e sulle inferriate delle proprie celle 

Circa 35 detenuti del carcere di Asti, rinchiusi nel circuito ad alta sicurezza, hanno messo in atto una protesta collettiva a causa del malfunzionamento, a loro dire, dei televisori presenti nelle rispettive celle. I detenuti hanno contestato la situazione, sbattendo oggetti sui cancelli e sulle inferriate delle celle. A denunciare l'episodio è il segretario generale dell'Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria (Osapp), Leo Beneduci.

Il commento del segretario dell'Osapp

"Si tratta dell'ennesimo episodio, dopo la gravissima aggressione subita da un agente che in quell'occasione aveva riportato ingenti lesioni - osserva Beneduci -. La Direzione della struttura, per sua stessa ammissione, non ha neanche aperto la procedura obbligatoria dell'azione disciplinare nei confronti dei 40 detenuti che prima delle feste natalizie si erano resi protagonisti della protesta e per 5 ore si erano rifiutati di entrare in cella", conclude il segretario dell'Osapp.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24