Torino, padre strangola figlio con cavo del Pc: convalidato l'arresto

Piemonte
Foto di archivio (ANSA)

Flavio Forla, dentista in pensione, aveva detto al PM di aver agito in preda alla disperazione. Il figlio aveva problemi comportamentali ed era diventato violento

Resta in carcere Flavio Forla, 70 anni, dentista in pensione ed ex vicesindaco di Sant'Antonino di Susa accusato di avere ucciso il figlio adottivo, Giacomo, 36 anni, al culmine di una lite, martedì 15 gennaio. Il Gip Edmondo Pio ha convalidato oggi, venerdì 18 gennaio, la custodia cautelare in carcere. 

La vicenda

Al culmine di un diverbio, Forla aveva stretto intorno al collo del figlio adottivo un cavo del Pc, e poi aveva chiamato i carabinieri. La vittima aveva problemi comportamentali, aveva attacchi d'ira frequenti ed era diventato violento verso i genitori. Il padre ha detto di aver agito per disperazione.

Giacomo non è morto per strangolamento

"Il mio assistito è ancora sotto choc e non ricorda nulla di ciò che è accaduto", dichiara il difensore di Forla, l'avvocato Giovanni Arturo Botti. L'autopsia, effettuata sul corpo della vittima, esclude che Giacomo sia morto per strangolamento. Saranno le ulteriori analisi medico-legali a stabilire la causa del decesso. 

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24