Rubano presepe da tomba bimbo nel Vercellese. Madre: “Atto vergognoso”

Piemonte
statua_angelo_ansa

Ogni anno nel cimitero di Stroppiana allestiva un piccolo presepe con la statuina di un angelo. Durante le festività l'addobbo natalizio è stato rubato 

"Rubare è il gesto più vergognoso che un essere umano possa commettere, ancora di più se commesso sulla tomba di un bimbo". Sono le parole scritte sui social network da Katia Munerati, la madre di Francesco Barbonaglia, bambino di sette anni morto nel 2007 in un incidente stradale avvenuto sulla diramazione Stroppiana-Santhià della A4. Ogni anno nel cimitero di Stroppiana, in provincia di Vercelli, la donna allestiva un piccolo presepe con la statuina di un angelo. Durante le festività l'addobbo natalizio è stato rubato.

Il racconto della madre

La donna ha raccontato la vicenda con un post sui social network: "È dal Natale 2007 che portiamo un segno del nostro amore e affetto per un bimbo diventato angelo e nessuno ha mai trafugato nulla dalla sua tomba – scrive Katia Munerati sui social - ma quest'anno ho avuto l'amara sorpresa proprio nel giorno di Natale. Rubare è un atto indegno, ma rubare sulla tomba di un bimbo è imperdonabile". Francesco 'Chicco' Barbonaglia era in gita a Torino quando il pullman su cui viaggiava con i compagni di scuola si è ribaltato sulla A4. Nello schianto ha perso la vita anche un altro bimbo di sei anni, Michael.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.