Ivrea, saluto romano e insulti ai vigili: condannato un arancere

Piemonte

L'uomo, durante il Carnevale 2014, ha alzato il braccio facendo il saluto romano davanti ai vigili e apostrofato il vice commissario della polizia municipale con diversi insulti 

Un arancere dello storico Carnevale di Ivrea è stato condannato a due mesi di reclusione, con pena sospesa, per oltraggio a pubblico ufficiale. Secondo quanto emerso durante il dibattimento, nel corso dei festeggiamenti del Carnevale 2014, l'uomo ha fatto il saluto romano e insultato gli uomini della polizia municipale. L'uomo, un 54enne di Carema, che era in compagnia di tre ragazzini minorenni, era stato controllato dagli agenti perché voleva a tutti i costi attraversare la strada poco prima dell'arrivo del corteo storico. Davanti ai vigili il 54enne ha alzato il braccio facendo il saluto fascista e ha poi apostrofato il vice commissario della polizia municipale con diversi insulti.

Torino: I più letti