Vercelli, poliziotta aggredita in carcere da una detenuta

Piemonte

L’episodio è avvenuto nella casa circondariale Billiemme, dove la donna è reclusa per numerosi reati tra cui rapina, lesioni e omicidio. L’agente ha ricevuto una prognosi di dieci giorni 

Una poliziotta penitenziaria è stata aggredita con calci e pugni da una detenuta di origine straniera, di 20 anni, nel carcere Billiemme di Vercelli. A rendere nota l’aggressione è stato il segretario generale dell'Osapp, Sindacato autonomo polizia penitenziaria, Leo Beneduci. L'agente ferita è stata portata d'urgenza all'ospedale Sant'Andrea, dove ha ricevuto una prognosi di dieci giorni. La reclusa, si trova in carcere per numerosi reati, tra cui rapina, lesioni e omicidio.

La denuncia del sindacato

"Si tratta - riferiscono dal sindacato - dell'ennesimo episodio in cui è la polizia penitenziaria a fare le spese di un sistema che non funziona, un sistema in cui l'assenza di legalità e di regole certe rende possibile che i detenuti colpiscano chi rappresenta lo Stato e i principi della civile convivenza".

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.