Guardia di Finanza sequestra cascina nel Cuneese per riciclaggio

Piemonte
gdf_ansa

L’immobile vale 5 milioni di euro, ed era stato acquistato con soldi frutto delle attività illegali del proprietario, accusato di riciclaggio assieme ai suoi familiari 

La guardia di finanza ha sequestrato una cascina con oltre 52 ettari di terreno situata nel comune di Albaretto della Torre e di Arguello, nell'Alta Langa Cuneese.
Il provvedimento è stato eseguito nell'ambito di un procedimento penale nei confronti di M.G., 74 anni, residente in Spagna e accusato di riciclaggio.
Il valore dell’immobile, situato in una zona panoramica, è stimato in oltre 5 milioni di euro. All'interno della cascina sono stati sequestrati anche mobili di pregio e libri antichi, per un valore certificato di oltre 250mila euro.

Le attività dell'uomo

L'azienda agricola sarebbe stata acquistata con i soldi provento delle attività illegali dell’uomo, trasferitosi alla fine degli anni ’80 in Spagna, dove si era inserito nel settore dell’intermediazione immobiliare. Nel corso del tempo l’uomo aveva aperto oltre trenta società commerciali, di cui alcune amministrate da suoi amici fidati italiani ancora residenti in Italia.
Nell'inchiesta sono coinvolti anche la figlia, residente nella villa sequestrata, l’ex marito di quest’ultima e un cugino. Per tutti l’accusa è di riciclaggio. 

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.