Medicilio, il servizio che porta l’ospedale a casa del paziente

NOW

Beatrice Barbato

Poter fare radiografie, ECG, holter, dermoscopie, ma anche sedute di fisioterapia e videoconsulti, senza uscire di casa? Non è il futuro, ma il presente della telemedicina e a permetterlo è Medicilio, il servizio che porta l’ospedale a casa del paziente

Medicilio nasce dall’intuizione di un tecnico di radiologia che mi ha chiesto se sapessi quanto sia difficile trasportare pazienti, malati, allettati, in ospedale per andare a fare un esame diagnostico", ci spiega Mattia Perroni, founder di Medicilio. "Mi sono reso conto - aggiunge - che effettivamente è molto complicato per questi pazienti. Al di là del Covid, dove questo bisogno si è espresso di più, è proprio un problema reale che milioni di persone hanno”.  Il motore del progetto non è stata, dunque, la pandemia. “Il nostro sevizio non è nato come conseguenza al Covid – prosegue Perroni – però il 75% delle radiografie non è stato fatto durante questo periodo e ne vedremo gli effetti nei prossimi mesi. Si passerà direttamente alla cura e non alla prevenzione. Questo implicherà sicuramente un danno per il paziente, ma anche molti più costi per il sistema sanitario”. 

Come funziona Medicilio

Molto spesso uscire di casa può rappresentare un ostacolo. È qui allora che arriva in supporto Medicilio. Basta prenotare online o per telefono l’esame o l’eventuale trattamento da fare. Saranno poi i tecnici e gli operatori sanitari specializzati a raggiungere il paziente con tutta l’attrezzatura necessaria. “Stiamo digitalizzando tutta la parte medico legale, ad esempio – spiega Perroni – nel caso dell’RX c’è bisogno di inviare un quesito diagnostico al radiologo che lo deve validare, prima di poter performare l’esame. La cosa che ci dà più energia di tutte è vedere quanto per il paziente tutto questo rappresenti un cambio di vita. Non deve andare in ospedale, ma può rimanere a casa propria”. Il referto, una volta analizzato, sarà disponibile sulla piattaforma entro 24 o 48 ore. 

Da Milano e Pescara a tutta Italia

“Abbiamo due modelli di business. Il primo è quello per cui un paziente prenota su Medicilio.it e noi andiamo a fare l’esame. L’altro è, ad esempio, il caso di Humanitas. Se si va sul sito e si vuole prenotare una radiografia, siamo noi a erogarla per conto loro”. Una tecnologia semplice e intuitiva è alla base di Medicilio, pensata per rispondere alle esigenze di tutti. “Nel nostro piccolo la telemedicina è a supporto della medicina territoriale. Tante volte c’è bisogno della prescrizione per cui noi li mettiamo in telemedicina in contatto con un nostro medico di base che fa una anamnesi, parla con il paziente. Può accadere anche che dopo un ECG e un holter pressorio, i pazienti ci chiedano di parlare con un cardiologo. È a quel punto che la telemedicina si mette al supporto della medicina domiciliare”. Al momento Medicilio è attivo nell’area metropolitana di Milano e a Pescara, ma l’obiettivo è di raggiungere presto anche altre città. “Direi che il sogno è che Medicilio possa diventare un po’ un ospedale decentralizzato – confessa Mattia Perroni – Ciò che immagino è che tra un certo numero di anni, non so quando, ordinare un esame diagnostico sarà esattamente come ordinare il cibo a casa". Semplice, ma altrettanto sicuro.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24