Casa grande o su più piani? Al Wi-Fi ci pensa Orbi di Netgear

Now

Daniele Semeraro

Abbiamo provato il nuovo sistema Wifi6 Orbi Mesh ideale per grandi ambienti. Un prodotto potente e di semplice configurazione e utilizzo. Che ci ha aiutato a risolvere un problema in casa

Wi-Fi ad altissime prestazioni per grandi ambienti, case su più piani, ville. È quanto promette il sistema WiFi 6 Orbi Mesh di Netgear, una delle aziende leader nella fornitura di soluzioni di networking dedicate alle case e alle piccole e medie imprese. Il sistema si compone di due elementi: il router principale - da installare a fianco al modem - e uno o più satelliti per espandere la copertura del segnale nelle zone più "lontane". Si tratta di un prodotto utile per chi ha punti della casa non raggiunti dal Wi-Fi o per chi ha bisogno di una soluzione potente per gestire la rete domestica.

Le funzioni

WiFi 6 Orbi Mesh, spiegano da Netgear, “nasce per rispondere alle esigenze del mondo di oggi e del futuro, ovvero una realtà sempre più connessa dove, all’interno di ogni abitazione, ci sono una moltitudine di dispositivi sempre accesi e costantemente connessi alla rete, molti dei quali utilizzano applicazioni a banda larga per lo streaming 4K o 8K con funzionalità multischermo”. Il prodotto, dunque, è destinato a chi vuole garantire in casa una copertura del segnale stabile e veloce per ogni dispositivo connesso. Il sistema garantisce un segnale perfetto in ambienti fino a 350 metri quadrati.

L’installazione

L’installazione è molto semplice anche per chi è poco pratico di modem e di reti. Bisogna premettere che il router non si sostituisce al modem dell’operatore telefonico che già abbiamo in casa ma si affianca. Nella confezione sono inclusi, lo dicevamo, due elementi: il router e il satellite, insieme ai loro cavi di alimentazione e a un cavo Ethernet. La prima cosa da fare è installare l’app Orbi, che guiderà l’utente in tutto il processo d’installazione. Il router andrà collegato attraverso il cavo Ethernet a una delle porte Lan presenti sul modem che abbiamo in casa. Il satellite, invece, andrà installato in una parte della casa “a metà strada” tra la zona coperta e la zona scoperta dal segnale Wi-Fi. Durante la procedura d’installazione si potrà inquadrare un codice QR, anch’esso presente sulla confezione, per far collegare all’istante il nostro cellulare o il nostro tablet alla nuova rete. È possibile scegliere il nome della rete, il sistema propone anche una password alfanumerica “abbastanza semplice” da ricordare (ma è possibile ovviamente cambiarla) e in poco più di cinque minuti è tutto attivo e funzionante. Una volta che il sistema è funzionante è consigliabile spegnere la funzionalità Wi-Fi dal modem che avevamo in casa (che a questo punto fungerà solamente “da tramite” con il sistema Orbi) e connettere tutti i dispositivi alla nuova rete.

Il sistema mesh e il Wi-Fi 6

Il sistema utilizza una tecnologia “mesh” che lavora su tre bande e che è in grado di far scegliere al device connesso (laptop, cellulare, tablet) a quale elemento agganciarsi senza perdere la linea o effettuare disconnessioni. La nuova tecnologia Wi-Fi 6, inoltre, fornisce - facendo un paragone con un’autostrada - un numero maggiore di corsie rispetto alla tecnologia precedente, e quindi una gestione migliore del traffico, assicurando che i dispositivi che richiedono una connessione Wi-Fi più veloce non vengano rallentati da quelli più lenti. Il sistema, assicurano da Netgear, “è in grado di gestire fino a 12 flussi contemporaneamente e più di 100 dispositivi connessi”.

L’app e il sistema di sicurezza

Attraverso l’app è possibile vedere quali sono i prodotti connessi, è possibile configurare l’accesso ospiti (per creare una rete diversa con una password diversa per chi ci viene a trovare a casa), è possibile analizzare eventuali “punti deboli” della rete e anche effettuare dei test di velocità. Per ogni dispositivo, inoltre, è possibile selezionare orario di utilizzo, bloccare specifici siti o categorie di siti, interrompere la connessione (utile per tenere sotto controllo l’attività di bambini e ragazzi, o anche semplicemente per impostare l’orario in cui devono andare a dormire). L’app fornisce anche la possibilità di accesso dall’esterno. Molto utile anche la funzione Armor by BitDefender che blocca le minacce informatiche, i siti dannosi, gli attacchi alla privacy, protegge i dispositivi con applicazioni ad hoc: peccato solo che si tratti di un servizio che va acquistato a parte e che il periodo di prova duri solo trenta giorni (a nostro avviso, essendo il sistema Orbi non proprio economico, sarebbe stato meglio offrire questa funzionalità gratuitamente ai clienti).

Le nostre impressioni, disponibilità e prezzi

Siamo rimasti favorevolmente impressionati dal sistema Orbi, che ci ha permesso di risolvere - in un appartamento di medie dimensioni - dei problemi di copertura che riscontravamo in due stanze collocate lontano dal modem principale. Tra le altre funzioni che abbiamo trovato utili anche la compatibilità con gli assistenti vocali Google Home e Amazon Alexa e la presenza di quattro porte Ethernet sia sul router che sul satellite, per connettere computer via cavo o dispositivi per la casa intelligente. Il sistema Orbi Wi-Fi 6 con due satelliti costa 800 euro.

PRO

  • Potente e semplice da installare
  • Risolve i problemi di scarsa copertura Wi-Fi

CONTRO

  • Router e satellite sono un po’ grandi
  • Sistema di sicurezza Armor a pagamento

 

Tecnologia: I più letti