Apple Car, l'auto elettrica a guida autonoma in arrivo nel 2024

Tecnologia

Come riportato da Reuters, la vettura del colosso di Cupertino dovrebbe essere dotata di una batteria realizzata con tecnologie innovative, che potrebbe ridurre i costi e allungare la durata in termini di chilometri

Dopo aver rivoluzionato il mondo della telefonia mobile, Apple sembra intenzionata a fare lo stesso con quello delle automobili elettriche. Come riportato da Reuters, la prima vettura a guida autonoma del colosso di Cupertino dovrebbe fare il proprio debutto nel 2024 ed essere dotata di una batteria realizzata con tecnologie innovative, che potrebbe ridurre i costi e allungare la durata in termini di chilometri.

Lo sviluppo travagliato di “Project Titan”

approfondimento

Drive Club, le puntate della rubrica di auto e mobilità di Sky TG24

Negli ultimi anni l’iniziativa di Apple legata al mondo delle quattro ruote, nota come Project Titan, sembrava essersi arenata. Dopo aver iniziato a progettare da zero la vettura nel 2014, l’azienda ha cambiato direzione più volte. Prima ha spostato la propria attenzione sul lato software, poi, nel 2019, ha escluso 190 persone dal progetto. Quest’ultima decisione è stata presa dall’ingegnere Doug Field, noto per i suoi trascorsi in Tesla, che nel 2018 è tornato in Apple proprio per supervisionare la realizzazione dell’automobile elettrica a guida autonoma.

 

La batteria

Apple intenderebbe alimentare la propria automobile elettrica a guida autonoma con una batteria caratterizzata da un design “monocellulare”, che andrebbe a raggruppare le singole cellule, eliminando così le separazioni tra i vari moduli che contengono i componenti. Questa soluzione renderebbe possibile utilizzare una maggiore quantità di principi attivi e immagazzinare più energia, garantendo di conseguenza un’autonomia maggiore. La batteria non sarebbe basata sugli ioni di litio, ma sul fosfato di litio ferro (LFP), più sicuro in quanto meno soggetto a riscaldarsi. La vettura di Apple dovrebbe poter contare anche su vari sensori LiDAR, che andrebbero a fornire al sistema di guida intelligente una visione tridimensionale della strada e degli eventuali ostacoli presenti.

 

La possibile rivalità con Tesla

A differenza d Waymo e altri concorrenti, che hanno deciso di scommettere su dei taxi a guida autonoma per il trasporto dei passeggeri, Apple mira a realizzare un veicolo personale per il mercato di massa. Il colosso di Cupertino potrebbe dunque ritrovarsi a competere nello stesso settore di Tesla, della quale diventerebbe uno dei principali competitor.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24