WhatsApp down in tutta Europa: segnalati problemi anche su Facebook e Instagram

Tecnologia

Sul sito DownDetector sono stati segnalati numerosi malfunzionamenti delle tre applicazioni. Come riportato su Facebook for Developers, nelle ultime ore l’azienda di Menlo Park ha ripristinato il corretto funzionamento delle piattaforme 

Dalla mezzanotte di oggi, giovedì 6 giugno 2019, sono stati segnalati sulla piattaforma DownDetector alcuni malfunzionamenti di Facebook. Il picco massimo di segnalazioni si è verificato alle 11:00. In tutta Europa e in Malesia numerosi utenti hanno anche riportato dei problemi relativi al funzionamento dell’applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp. Anche in questo caso il picco massimo (399 segnalazioni) si è registrato alle 11:00. I problemi non hanno risparmiato neppure Instagram: a partire dalle 7 su DownDetector è stata segnalata l’impossibilità di accedere al social media.

I problemi tecnici sono stati risolti

In un post su Twitter, l’esperto di Social Media Matt Navarra fatto notare che Facebook ha segnalato un’importante interruzione del servizio su Facebook for Developers, la piattaforma dell’azienda di Menlo Park dedicata agli sviluppatori. Il sito riporta che i problemi tecnici relativi ai social media sono stati risolti alle 11:15. Durante il down, su Twitter l’hashtag #facebookdown è stato utilizzato dagli utenti per segnalare i malfunzionamenti della piattaforma, tra cui i rallentamenti nel caricamento delle pagine, l’impossibilità di effettuare il log in e di aprire le immagini. Nelle ultime ore, tutte le piattaforme interessate dal down sono tornate a funzionare correttamente.

Su WhatsApp arrivano gli annunci pubblicitari negli status

Nel 2020, su WhatsApp saranno introdotti degli annunci pubblicitari nella sezione Stato. Questa voce di corridoio, circolata con insistenza negli ultimi mesi, è stata confermata ufficialmente nel corso del Facebook Marketing Summit, svolto in Olanda. Facebook ha riflettuto a lungo su come introdurre le inserzioni pubblicitarie su WhatsApp senza creare malumore all’interno della vastissima fanbase e alla fine ha preso la decisione di ispirarsi parzialmente al modello utilizzato su Instagram (anch’esso di proprietà dell’azienda di Menlo Park). Gli annunci pubblicitari saranno integrati esclusivamente nella sezione Stato dell’applicazione di messaggistica istantanea: visualizzando i contenuti pubblicati, il nome dell’inserzionista sostituirà le informazioni del contatto e gli utenti potranno aprire l’inserzione vera e propria facendo ‘swipe up’. 

Tecnologia: I più letti