Huawei Track AI, il device per riconoscere i disturbi visvi nei bimbi

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)

Nato grazie a una partnership con DIVE Medical e IIS Aragon, il dispositivo è stato ideato per contribuire a salvaguardare la vista dei più piccoli 

Secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), in tutto il mondo sono circa 19 milioni i bambini affetti da problemi alla vista. Nel 70-80% dei casi, si tratta di patologie prevenibili o curabili, che però spesso sono diagnosticate in ritardo, determinando talvolta delle gravi conseguenze. Per contribuire a salvaguardare la vista dei bambini, Huawei ha collaborato con DIVE Medical e IIS Aragon per ideare Track AI, un dispositivo basato sull’Intelligenza Artificiale in grado di individuare i primi segni di disturbi visivi nei più giovani. Victoria Pueyo, oftalmologa pediatrica, spiega che negli ultimi anni la startup DIVE Medical si è impegnata per sviluppare un device in grado di valutare la salute visiva nei bimbi e identificare quelli con disabilità. Grazie alla partnership con Huawei, l’azienda potrà basarsi sull’Intelligenza Artificiale per supportare e potenziare il software DIVE.

L’individuazione dei disturbi visivi

Il software DIVE (Devices for an Integral Visual Examination), installato sul Pc convertibile Matebook E, è in grado di identificare eventuali disturbi visivi, monitorando e tracciando il movimento di ciascun occhio mentre il paziente osserva stimoli di vario tipo, progettati per testare i numerosi aspetti della funzione visiva. Tutte le informazioni raccolte sono poi elaborate sullo smartphone Huawei P30, dove l’algoritmo Huawei HiAI è in grado di riconoscere i potenziali indicatori di disabilità visive. Utilizzando la tecnologia messa a disposizione dal colosso di Shenzhen è possibile individuare tempestivamente eventuali disturbi alla vista in tutti i bambini, a partire dai sei mesi di vita. Peter Gauden, Technology Expert di Huawei, spiega che Track AI “unisce il meglio del machine learning di Huawei e l’Intelligenza Artificiale dei nostri dispositivi a dati e ricerche della IIS Aragon e DIVE Medical”. L’obiettivo dell’azienda è rendere la rilevazione dei disturbi visivi più rapida ed efficace per i genitori e i medici di tutto il mondo.

Il funzionamento di Track AI

Nei bambini che soffrono di disturbi visivi i movimenti delle pupille sono diversi dalla norma. Il software DIVE è in grado di monitorarli durante vari test, ottenendo così dei dati che possono essere elaborati dall’Intelligenza Artificiale. In futuro, questo processo consentirà di rendere più semplice e rapida la diagnosi delle patologie oculari. Grazie alle funzionalità della piattaforma open-source TensorFlow di Google, di Huawei HiAI e del chip Kirin 980 (dotato di IA), la tecnologia Track AI può creare un sistema di machine learning su smartphone. La doppia rete neurale del processore di Huawei P30 consente al dispositivo di velocizzare l’analisi dei dati e di tutelare la privacy degli utenti. Track AI non necessita di una connessione Wi-Fi per funzionare e può dunque essere utilizzato ovunque. Al momento la nuova tecnologia è ancora in fase di sviluppo, ma il lancio di un suo prototipo è previsto per la fine del 2019, a cui seguirà una più ampia diffusione nel 2020.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24