Google, un doodle per festeggiare il World Wide Web

Tecnologia

Il motore di ricerca dedica il doodle del 12 marzo ai 30 anni della rete, con un post dedicato che ripercorre la storia dell’invenzione che ha “rivoluzionato la vita” di miliardi di persone 

Non poteva certamente mancare il classico doodle di Google in occasione dei 30 anni del World Wide Web, festeggiati il 12 marzo. Il motore di ricerca di Mountain View celebra il giorno dell’invenzione della rete con una scritta animata che presenta, al posto di una delle lettere centrali, un computer intento a scaricare un’immagine del globo terrestre. Si tratta di un pc piuttosto vecchio, un chiaro tentativo di richiamare le origini della rete per ricordare un punto di partenza che, a guardare l’evoluzione attuale del web, appare lontanissimo. Cliccando sul doodle si accede inoltre a un post dedicato da Google alla storia del World Wide Web.

Niente Google senza World Wide Web

Senza World Wide Web, Google non potrebbe esistere. È presto spiegata l’importanza per il motore di ricerca dell’invenzione di Tim Berners-Lee, partita da una semplice proposta intitolata ‘Information Management: A Proposal’ sottoposta al capo del CERN, che la definì “vaga ma eccitante”, come ricorda il post di Google. Il 12 marzo 1989 e le tappe che seguirono negli anni successivi, tra cui il primo browser, fecero sì che la rete divenisse uno strumento in grado di “rivoluzionare la vita come la conosciamo, accompagnandoci nell’era dell’informazione”. Come sottolineato nella nota del motore di ricerca, sono oggi circa due miliardi i siti accessibili online, una ricchezza che apre a così tante possibilità che “è impossibile immaginare una vita senza il web”.

L’impatto senza eguali del web

Nella parte finale del post, Google evidenzia la differenza tra il World Wide Web e Internet, che spesso vengono considerati erroneamente dei sinonimi. Scorrendo la pagina è inoltre possibile vedere una mappa dei paesi nei quali il doodle è visibile il 12 marzo, visto che in questa stessa data si celebrano in altre nazioni diverse ricorrenze, come ad esempio la giornata dell’indipendenza delle Mauritius. Sono poche, però, le occasioni che potrebbero oscurare i 30 anni della rete, che secondo Jeff Jaffe, CEO di World Wide Web Consortium è “l’innovazione con il maggior impatto dei nostri tempi”.

Tecnologia: I più letti