X Factor 2018: la conferenza stampa dei Live

Inserire immagine

Fedez con gli over, Mara Maionchi con gli under uomini, Manuel Agnelli con le under donne, Lodo Guenzi con i gruppi sono pronti per il Live. Alessandro Cattelan alla conduzione, e tra gli ospiti del LIVE grandi nomi come Måneskin, Rita Ora, Sting e Shaggy, Dark Polo Gang, Fedez, Enrico Nigiotti e Gianna Nannini, Subsonica, Jonas Blue e Lyam Payn . Appuntamento giovedì 25 ottobre alle 21.15 in diretta su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 311 o 11 

Vai allo SPECIALE di XF

Teatro Linear Ciak di Milano, 22 ottobre 2018: alla conferenza stampa per gli attesissimi Live, in onda per otto serate, dalle 21.15 tutti i giovedì in diretta e in esclusiva su Sky Uno (canale 108), disponibile anche sul digitale terrestre, al canale 311 o 11 e su Sky On Demand, ci sono tutti e l'atmosfera è elettrizzante, come sempre, prima di una gara. Una gara che vede sfidarsi a suon di talento 12 aspiranti popstar divise in 4 squadre. Fedez guiderà gli Over, la regina della discografia italiana Mara Maionchi è al timone degli Under Uomini, Manuel Agnelli sarà il mentore delle Under Donne e Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale è pronto al suo debutto in qualità di giudice della categoria Gruppi. Quest'anno sono stati 40.000 gli aspiranti concorrenti che si sono presentati ai casting, inseguendo il proprio sogno, ma solo chi ha dimostrato di eccellere ha conquistato, per ora, il palco di XF12.

I giudici avranno un bel da fare e ciascuno sarà affiancato dai rispettivi producer musicali. A supportare Fedez (“Per me questa è l’edizione più difficile e di conseguenza più stimolante. Ho sempre evitato in questi anni la categoria degli Over perché distante da me”) il producer Fausto Cogliati. Il rapper ha scelto per la sua squadra Matteo Costanzo, il produttore che da anni lavora per altri musicisti, Naomi, che al Bootcamp ha conquistato una standing ovation con il brano di Christina Aguilera “Ain’t No Other Man”, e la raffinata Renza Castelli, che si è distinta per la cover acustica di “Mad About You” degli Hooverphonic. Mara Maionchi (“Ho scelto quelli che mi sono sembrati i migliori, giovani e al contempo maturi, ma sono cauta, in questo campo bisogna sempre esserlo, sanno quello che vogliono e spero che facciano bene per la gloria del giudice”) sarà affiancata dal producer Ioska Versari e ha in squadra Leo Gassmann, nipote e figlio d’arte, che si è già visto tributare una standing ovation per la sua interpretazione di “Kurt Cobain” di Brunori Sas; il giovane crooner Emanuele Bertelli con la sua voce nera, e il talentuoso rapper campano Anastasio che ha impressionato giuria e pubblico per i suoi testi originali e la sua “urgenza” nell’esprimersi, indimenticabile la reinterpretazione di “Generale” di De Gregori.

Manuel Agnelli (“I miei sono dei piccoli fenomeni ma cominceremo facile, voglio che sfruttino al massimo la possibilità di fare cose che non hanno mai fatto”
) lavorerà con il producer Big Fish (Massimiliano Dagani), in squadra con “miss Cherofobia” Martina Attili, la sedicenne che “ ha più paura di essere felice”, la giovanissima Luna Melis che canta e rappa al pianoforte con disarmante spontaneità, e infine Sherol Dos Santos di origini capoverdiane che ha incantato il pubblico con “And I Am Telling You I'm Not Going” di Jennifer Hudson, ed è passata dagli Home Visit ai Live in direttissima per decisione di Manuel. Lodo Guenzi (“Musicalmente parlando sono le band che avrei scelto anch’io, ho iniziato a conoscere una serie di dinamiche interne che sono tipiche di un gruppo. Io ne faccio parte e so di cosa stiamo parlando”) conterà sull’aiuto del producer Fabio Gargiulo per lavorare con i Gruppi, i Red Bricks Foundation, i Seveso Casino Palace e il trio iraniano BowLand, la band che con “Maybe Tomorrow" degli Stereophonics ha conquistato tutti. La new entry de Lo Stato Sociale risponde alle domande con massima trasparenza: “Condivido le scelte di Asia, sono le stesse che avrei fatto io, per questo ho accettato l’incarico”. La direzione musicale, per tutte le categorie, è di Fabrizio Ferraguzzo. Le vocal coach sono Paola Folli e Silvia Smaniotto, affiancate anche quest’anno dalla english vocal coach Caterina Speranza.

Novità dell’edizione 2018 di X Factor è il nuovo direttore artistico Simone Ferrari. Lo showmaker, il più giovane regista al mondo di una cerimonia olimpica, leggi alla voce “Wondrous Wind”, cerimonia di chiusura degli Asian Aimag Games - le Olimpiadi d’Oriente, è entusiasta, si presenta al pubblico e alla stampa è non vede l’ora di cominciare. Per realizzare le coreografie di questa edizione, Simone ha tratto ispirazione dai grandi show internazionali realizzati da artisti come Beyoncé e Kanye West. Con lui, una squadra creativa formata da Aaron Sillis, Nicolò Cerioni, Carolina Stamerra Grassi, Lorenzo de Nicola, Luigi Antonini alla regia, lo scenografo Luigi Maresca e il light designer Ivan Pierri.

La meta finale è il palco del Mediolanum Forum di Assago, e a parlare sono loro, i protagonisti che sognano di calcarlo, quel palco oggi un po’ più vicino. Rompe il ghiaccio Luna Melis: “Siamo molto affiatate e non potrei immaginare questa avventura senza le mie compagne Sherol e Martina. Stiamo crescendo tantissimo, grazie al nostro giudice Manuel Agnelli”. Anastasio, in squadra con Mara, sottolinea quanto siano compatti e pronti a nuove sfide: “Lavorare con professionisti assoluti è incredibile, c’è sinergia”. Naomi, tra gli over di Fedez, rimarca il fatto di essere in una categoria complessa, ma “Siamo uniti e si è creata un’atmosfera molto bella”. Per i Gruppi, la parola passa a Silvia: “Lodo è il nostro coniglietto, è uno di noi, è come se facesse parte del gruppo, ed è riuscito ad adeguarsi a noi, tutti molto diversi tra noi”.

A fare gli onori di casa, per l’ottavo anno consecutivo, l'inimitabile Alessandro Cattelan: “Ogni anno c’è sempre la stessa curiosità di conoscere nuove persone, sono felice e faccio molto tranquillamente XF anche perché è un programma che ti fa fare bene il tuo mestiere”. E per Nils Hartmann, questa dodicesima sarà sicuramente “l’edizione più bella di sempre”, vedere per credere. Tutto è pronto, compreso il palco che lascerà di stucco, “il migliore mai realizzato a XF”.

Gli attesissimi ospiti della prima puntate live sono i Måneskin che risalgono sul palco dove tutto è cominciato. Qui presenteranno il singolo “Torna a casa”, disco d’oro che anticipa il nuovo album in uscita “Il ballo della vita”. Grande attesa anche per l’ospite internazionale del 25 ottobre: la popstar Rita Ora che pubblicherà il prossimo 23 novembre il suo secondo album, “Phoenix”. X Factor ospiterà altri grandi nomi, da Sting per la prima volta a un talent show italiano, al suo partner discografico Shaggy. Ci sarà anche la Dark Polo Gang, protagonisti dello Strafactor, autori del tormentone “British” e Fedez che svestirà i panni del giudice per presentare il suo ultimo lavoro. Ritorno a casa anche per Enrico Nigiotti, in arrivo i Subsonica, Jonas Blue, l'hitmaker del momento. Insieme a lui anche Liam Payne, per la prima volta in Italia. A seguire anche altre grandi star della musica italiana ed internazionale per la finalissima che si terrà al Mediolanum Forum di Assago il prossimo 13 dicembre.

Continua poi la gara di Strafactor che vede contrapposti i nuovi concorrenti selezionati dalla Dark Polo Gang e dall’altro i 5 “Big” delle edizioni precedenti capitanati da Elio e Pupo, che in conferenza stampa ironizzano sul linguaggio “strano” quasi intraducibile dei loro colleghi. “Noi restiamo umili, siamo due “strafatti veri”, artisti del secolo scorso che vogliamo entrare nel XXI secolo senza nascondersi dietro un dito”. Ne vedremo delle belle, assicura Daniela Collu al timone dello Strafactor, per il quarto anno consecutivo. Benji&Fede al loro debutto con X Factor Daily si dicono felici: “Per noi è un’avventura e siamo contenti di poter dare consigli ai concorrenti, è un percorso che ci sentiamo di fare insieme a loro”. Le incognite e le sfide sono tante e non tutte prevedibili, la novità di questa edizione è che i concorrenti avranno accesso al proprio account Instagram, una cosa mai vista prima che Fedez giudica molto positiva, Agnelli a riguardo non si esprime, o meglio, sorride ammettendo di non saperne molto in fatto di social, un po’ come Mara che però “sta imparando…”.