EPCC, c'è Motta ed è quasi come essere felice

Inserire immagine
Motta

Una versione originale di Ed è quasi come essere felice il primo contenuto inedito che anticipa l'uscita del nuovo progetto discografico di Motta  e che verrà pubblicato in primavera da Sugar,  è protagonista a EPPC , il late night di Sky Uno in onda dal lunedì al venerdì in seconda serata

(@BassoFabrizio)

Voglia di parlare ma impossibilità di farlo. Francesco Motta si morde la lingua perché vorrebbe entrare nei dettagli del suo nuovo disco, in uscita in primavera per Sugar Music, ma al momento è presto. E dunque, aspettando di vederlo ospite di E Poi c'è Cattelan, il late night show di Sky Uno in onda dal lunedì al venerdì in seconda serata, parliamo di musica senza entrare troppo nel futuro prossimo.

Partiamo dal disco che verrà: cosa ci può anticipare?
Sono in fase organizzativa. Ho finito di scrivere le canzoni e poi abbiamo prodotto il video di Ed è quasi come essere felice.
Che è affascinante come un mappamondo.
In effetti ci sono molti luoghi, è un video molto itinerante.
Dobbiamo prenderlo come l'inizio del suo nuovo corso?
In realtà è un brano molto diverso dal resto dell'album, io lo considero il ponte che dal vecchio porta verso il nuovo.
Per altro l'incipit è particolarissimo.
All'inizio ha fatto strano anche me vedere scorrere un minuto di silenzio prima che arrivi la voce.
Anche le riprese sembrano cinematografiche.
C'è un piano sequenza particolare e poi la partecipazione di Silvia Calderoni, una delle performer più originali della scena teatrale italiana.
Tra La Fine dei Vent'anni e il disco che verrà cosa è successo nella sua vita?
Confesso che dopo l'ultima data del tour, tutti i giorni che sono arrivati non sono stati facili. Ero sempre stato fuori di casa.
Non era contento di fermarsi?
Certo, avevo voglia di tranquillità ma avevo anche paura del confronto con me stesso.
Poi è arrivata Sugar, una svolta.
Vero. Mi ha dato, tra le altre cose, una possibilità economica che non ho mai avuto.
Il primo incontro con Caterina Caselli?
Ho trovato una artista che sa capire gli artisti. E le assicuro che non è un discorso banale.
Cosa la ha colpita?
Mi sono subito accorto che sa riconoscere e ama il talento.
Le piace E Poi c'è Cattelan?
Il format mi piace molto, lui è bravissimo nella scelta degli ospiti, nel definire la scaletta. Nelle sue scelte non è mai banale.
Lei cosa farà?
Presento in versione arrangiata appositamente Ed è Quasi come Essere Felice. Sarò col mio gruppo e ci sarà anche Silvia Calderoni.
Toglierà il minuto di silenzio iniziale?
Chissà...le parole possono essere silenzio e il silenzio...parole. Vi aspetto a EPCC.