Aspettando Best Bakery: cosa è successo nella puntata 5

Dopo 2 città, 4 puntate e ben 24 pasticcerie analizzate i giudici di Best Bakery Alessandro Servida e Andreas Acherer sono approdati a Pavia, dove hanno iniziato la ricerca della miglior pasticceria della zona, assaggiando i dolci delle prime 6 pasticcerie in gara. Le vincitrici di ogni zona si affronteranno nella finalissima nazionale che si terrà al Castello di Belgioioso L’appuntamento con Best Bakery è tutti i martedì con un doppio episodio alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455.

Best Bakery: vai allo Speciale

È iniziata l’analisi delle pasticcerie di Pavia e dintorni da parte dei giudici di Best Bakery Alessandro Servida e Andreas Acherer. Nel capoluogo lombardo i due grandi pasticceri hanno iniziato assaggiando i dolci delle prime 6 pasticcerie in gara, individuando la migliore in Paulina pasticceria d’autore, in cui Paulina, la titolare e pasticcera di origine messicana, con l’aiuto di Carola, propone dolci dai sapori esotici e insoliti. Paulina pasticceria d’autore detiene il titolo di best bakery di Pavia e dintorni, ma non è ancora certo che sarà lei ad accedere alla finalissima nazionale. Infatti è possibile che uno dei vincitori dei prossimi episodi superi il suo punteggio e gli strappi il titolo. Per scoprire come andrà a finire l’appuntamento è per martedì 11 febbraio con un doppio episodio alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455.

Primo episodio

Nel primo episodio della quinta puntata di Best Bakery, ambientata a Pavia e dintorni, si sono affrontate tre pasticcerie i cui clienti principali sono i giovani della città universitaria: Paulina pasticceria d’autore, Gustò e Lattheria.

I giudici hanno iniziato la loro esplorazione partendo dalla prova sulla prima impressione, ovvero la valutazione dei dolci che trovano e assaggiano in pasticceria, del locale e dell’accoglienza ricevuta. La prima ad entrare in scena è stata Paulina pasticceria d’autore, dove i giudici hanno assaggiato una monoporzione di mousse alla mandorla con un cuore di guava e un pasticcino con una namelaka di cioccolato bianco, vaniglia e cardamomo con pesche e albicocche fresche. È stata poi la volta di Gustò, dove Alessandro Servida e Andreas Acherer hanno scelto di assaggiare due pasticcini: una mousse al torroncino, con pistacchio tostato, arancia candita e nocciole caramellate e una mousse al caramello salato. Infine, alla Lattheria i giudici hanno assaggiato la torta di mele e la torta al cioccolato.

Dopo la prima prova è stato il momento per i concorrenti di preparare le proprie specialità, che sono state: per Paulina pasticceria d’autore l’Autunno messicano, una pâte sucrée al cacao, con geléè all’ibisco e melograno fresco sopra; per Gustò la torta Colette, a base di noci, miele e marmellata di fichi e per la Lattheria una torta di carote e noci.

Dopo questa seconda prova la classifica provvisoria ha visto al primo posto Paulina pasticceria d’autore con 32 punti e al secondo posto Gustò e Lattheria, entrambe con 28 punti.

È poi arrivato il momento del dolce della sfida, prova in cui i concorrenti hanno dovuto creare dei dolci che rendessero protagonisti i semi di papavero. Paulina pasticceria d’autore ha preparato Amapola, che in spagnolo vuol dire papavero: un crumble croccante, con semi di papavero e nocciole, con un cremoso ai mirtilli e semi di papavero e un croccante ai semi di papavero. Gustò ha realizzato una crostata frangipane con dentro i semi di papavero, ricoperta da una meringa italiana fiammeggiata. Infine Lattheria ha scelto di presentare un brownie classico a cui sono stati aggiunti i semi di papavero con una crema a base di semi di papavero e frutti di bosco freschi.

Alla fine della prova, il punteggio assegnato dai giudici per i dolci con i semi di papavero, sommato ai voti precedenti, ha visto posizionarsi al primo posto Paulina pasticceria d’autore con 45 punti, seguita da Gustò con 43 punti e da Lattheria con 39 punti. Il cappello del vincitore è andato quindi a Paulina pasticceria d’autore.

Secondo episodio

Nel secondo episodio è stata la volta di tre pasticcerie che hanno fatto di fantasia e passione gli ingredienti principali della loro produzione dolciaria: Il dolce mondo di Francy, Rose Cafè Patisserie e Cup of me.

Come sempre, i giudici hanno iniziato con la prova sulla prima impressione partendo da Il dolce mondo di Francy, dove i giudici hanno assaggiato una mignon al cioccolato e un cupcake alla red velvet. È stata poi la volta di Rose Cafè Patisserie, dove Alessandro Servida e Andreas Acherer hanno scelto un biscotto al grano saraceno e castagna con della confettura e un pasticcino alla zuppa inglese. Infine, i giudici si sono recati da Cup of me, dove hanno assaggiato la apple pie e la sweet bun.

Le pasticcerie hanno ricevuto dei voti per le loro creazioni, ma anche per la bellezza del locale e l’accoglienza riservata ai due giudici.

È stata poi la volta della prova dedicata alle specialità di ogni pasticceria: Il dolce mondo di Francy ha presentato la torta Antico profumo, una torta di cake design che rievoca l’antichità per la decorazione, mentre dei fiori realizzati a mano richiamano il profumo; Rose Cafè Patisserie ha proposto una mousse al lampone con inserto di cremoso al pistacchio e frolla al cacao, mentre Cup of me la New York Cheesecake decorata con frutta fresca.

A questo punto della sfida la classifica provvisoria era: al primo posto Cup of me con 29 punti, al secondo posto Il dolce mondo di Francy con 26 punti e al terzo posto Rose Cafè Patisserie con 23 punti.

L’ultima prova è stata quella riguardante il dolce della sfida, per cui l’ingrediente segreto sono state le ciliegie. Il dolce mondo di Francy ha preparato una torta chiamata Ciliegie in fiore costituita da un pan di spagna al cioccolato con una bagna fatta con il succo e la purea delle ciliegie e una chantilly con ciliegie a pezzi, decorata con dei ciuffi di panna, un dripping e un ramo di ciliegio fatto di zucchero. Rose Cafè Patisserie ha creato una torta chiamata Specchio riflesso, decorata con dei pezzi di caramello a specchio con delle mandorle tostate e fatta con una base di marquise e una mousse al cioccolato bianco con dentro delle ciliegie, con sopra un cremoso al cioccolato fondente e in mezzo una gelatina di ciliegie. Infine Cup of me ha realizzato una torta facendo macerare le ciliegie e inserendole in una crosta di brisée.

Dopo aver assaggiato le torte delle tre pasticcerie in gara i giudici hanno assegnato i loro voti, che sommati a quelli ricevuti nelle prove precedenti hanno determinato la classifica finale: al primo posto si è classificata Il dolce mondo di Francy con 38 punti, al secondo posto Cup of me con 37 punti e al terzo posto Rose Cafè Patisserie con 34 punti.

Il punteggio della pasticceria vincitrice non è riuscito a superare quello di Paulina pasticceria d’autore, perciò quest’ultima ha mantenuto il titolo di best bakery di Pavia e dintorni.