MasterChef 11, eliminati Elena e Federico. Le interviste

TV Show sky uno

Barbara Ferrara

A sole due settimane dalla finalissima, è arrivato il momento ­di ragionare come dei veri e propri chef, il podio è solo per i migliori della Masterclass e nella decima puntata abbiamo visto uscire di scena Elena e Federico. Ecco cosa ci hanno raccontato nell'intervista. MasterChef ti aspetta tutti i giovedì alle 21.15 su Sky e in streaming su NOW, disponibile anche on demand e su Sky Go

Il cerchio si stringe e la decima puntata di MasterChef Italia in cui abbiamo ritrovato i due finalisti della passata edizione, Irene Volpe e Antonio Colasanto e il vincitore Francesco Aquila (LO SPECIALE), ci porta a un passo dal rush finale (FOTO). Solo i migliori della Masterclass potranno aspirare a salire sul podio, e lo sanno bene anche Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli. Il loro compito d'ora in poi si fa ancora più arduo. La tensione tra i concorrenti appesantisce il clima, come è normale nel circuito di una gara in cui ci si gioca il tutto per tutto. La determinazione non basta a superare gli ostacoli, lo abbiamo visto nella scorsa puntata per Gabriele "Polone" Policarpo (LE FOTO DELLA PUNTATA) e Mime. Insieme a loro, a dire addio per sempre alle cucine di MasterChef, sono Elena e Federico. Ecco cosa ci hanno raccontato nell'intervista collegati via zoom dalle loro rispettive abitazioni. La sfida continua per Carmine, Christian, Lia, Nicky Brian e Tracy, sempre più vicini al traguardo.

le interviste a Elena e Federico

approfondimento

MasterChef 11, eliminati Polone e Mime. Le interviste

Come è nata l’idea di partecipare e cosa vi siete portati a casa?
Elena
: “L’idea è nata parecchi anni fa, ma non ho mai avuto il coraggio, poi mi sono decisa, come quando ho tagliato i capelli. Volevo dimostrare qualcosa a me stessa, volevo togliere un “ma” dalla mia vita, così mi sono iscritta e quel “ma” dubitativo si è trasformato in un “ma quanto è brava Elena”. Mi sono portata a casa un mondo, un bagaglio di sapere culinario che probabilmente non avrei mai percepito e umanamente ho instaurato bellissimi rapporti. Porto a casa anche tanta introspezione. Dal mio punto di vista, è stata un’esperienza totalmente positiva”.

Federico: “Veramente l’idea non è stata mia, ho sempre avuto questa passione ma non mi sarei mai immaginato di andare in tv, è stata la mia compagna. Un giorno ha preso il telefono e mi ha iscritto. Il giorno dopo mi hanno chiamato, è stato tutto velocissimo. La ringrazio ancora oggi perché forse è stata l’esperienza più bella della mia vita. Torno a casa con un livello professionale incredibile, ho imparato da tre grandi giudici, dagli chef stellati e dai miei compagni. Ho fatto amicizia con loro, tuttora ci sentiamo e ho capito anche tante cose su me stesso. Inoltre, vivere lontano da mia figlia e dalla mia famiglia mi ha fatto crescere a livello personale”.

 

Nel momento in cui siete entrati nella MasterClass che aspettative avevate?
Elena: “Le mie aspettative erano queste: arrivare tra i primi dieci, poi è stato un percorso di apprendimento generale anche difficile da spiegare perché ogni step si trasforma in un’aspettativa diversa. Quando vedi che fai un passo avanti o indietro, pretendi da te stessa un miglioramento e via dicendo. Non mi aspettavo di arrivare tra i primi sette, è stata una gioia”.

Federico: “Per come sono fatto voglio sempre provare a essere il migliore e fin da subito ho pensato di arrivare in finale, ci ho messo tutto. Sono partito con questo obiettivo. Quando sei dentro però questo “voler essere il migliore” cambia, ti confronti con i compagni e sei felice anche dei progressi degli altri. La gara si trasforma in un momento bello in cui vuoi restare più tempo possibile col gruppo. Vuoi che duri perché stai bene con le persone con cui lavori”.


Rimpianti?
Elena
: “No, ho dato tutto quello che avevo da dare e anche di più, avrei solo voluto avere dieci anni di meno perché mi sarebbe piaciuto andare più avanti, ma quando ti manca la lucidità è giusto finire e io sono contenta così”.
Federico: “Neanche io come Elena ho rimpianti, tutto quello che ho fatto è sempre stato il massimo che potevo fare, ho dato tutto di me e sono arrivato fin qui anche per questo. Avrei voluto arrivare in finale, non lo nego, ma questo è già un bel risultato”. 

 

In che modo l’aspetto umano ha cambiato le strategie di gioco?
Elena
: “Secondo me, vedendo anche le altre edizioni, dico che tra noi c’è stata una sana competizione, ognuno era lì per vincere, ma al di fuori eravamo amici e colleghi. Non ci siamo mai odiati, ci aiutavamo a vicenda anche durante le cucinate. Strategie non ne ho messo in campo, anche perché non sono una stratega, anzi, sono sempre stata la zia di tutti, mi hanno anche assegnato le cose più facili e ho apprezzato questo gesto”.
Federico: “Un po’ come tutti, quando siamo entrati e non ci conoscevamo, ho provato a fare qualche strategia, ma poi col tempo le amicizie che si creano cambiano le cose. Io sono stato trasparente e sincero, non ho mai avuto problemi a dimostrarmi tale, anche quando ho deciso di salvarmi: non ho giocato a fare l’eroe. Alla fine il mio modo di rapportarmi agli altri mi ha permesso di fare amicizia. Inizialmente non è stato così perché essendo una persona competitiva sono entrato per vincere”. 

 

 

Qual è il piatto di cui andate più fieri?
Elena
: “Il cervello con la banana è stato un piatto grazie al quale ho potuto fare un volo di fantasia, io che adoro le frattaglie ho visto lì il mio piatto”.
Federico: “La grigliata durante l’esterna è stata una vera gioia, mi sono trovato molto bene ed era un momento che aspettavo. I miei compagni si sono fidati di me e abbiamo anche vinto, è stata la mia puntata preferita”. 

 

Chi vorreste in finale, e chi vorreste vincesse?
Elena
: “Dei tre finalisti una è andata via e questa sono io (ride, ndr), poi direi Carmine e Tracy, sono bravi e hanno una visione della cucina che a me piace. Detto ciò vorrei vincesse Tracy, abbiamo legato molto, studia tanto e ci mette l’anima. Tifo anche per Carmine, ma se devo scegliere, scelgo Tracy.
Federico: “Tra i finalisti vorrei Nicky, con lui ho stretto un’amicizia forte, poi Lia è brava e anche con lei sono diventato molto amico, infine Carmine perché è un piccolo genio, ha tutte le qualità per arrivare lontano. Per me lui merita di vincere il programma”.

 

Una parola sui giudici.
Elena: “Antonino nella prima esterna ha avuto pietà di me, vedendo un’anziana tra i giovani…Ogni suo consiglio è una mano santa, è una persona simpaticissima. Per Barbieri, come si è visto, ho un debole, ci siamo trovati come il pane, il burro e la marmellata. Ci siamo fatti grandi risate assieme, lo vorrei qui da me a Lido Adriano. Gli darebbero le chiavi della città. Locatelli è un signore, ha sempre la parola giusta al momento giusto, e mi ha dato l’abbraccio più bello quando sono uscita”.
Federico: “Inizialmente non sono riuscito a inquadrarli, nessuno dei tre, erano giustamente molto severi con me. Poi piano piano sono entrato in sintonia, ho capito che quello che mi dicevano me lo dicevano per spronarmi, per farmi migliorare, e dopo due mesi si è creato un legame forte. Con Cannavacciuolo è stato più facile, lui napoletano e io argentino, mi sono immedesimato e sentito capito. Locatelli alla fine lo vedevo come un padre, Barbieri come l’amico quello più “cattivo” ma anche quello con cui al bar ti diverti di più, anche quando si arrabbiava con me era simpatico”.


Progetti futuri?
Elena
: “Personalmente mi lascio aperte tutte le porte, in questo momento continuo a portare avanti la mia cucina sana del territorio e mi apro a diverse possibilità, dalle collaborazioni all’aprire un ristorante. A 55 anni non è così evidente come per un ragazzo di 30, aspetto e poi vedremo, intanto cucino tutto il giorno e vado avanti sul mio progetto. Vorrei organizzare un evento a Lido Adriano che diventerà la Formentera degli anni 2022.
Federico: ”Io mi sono portato avanti e ho cominciato con alcuni progetti, voglio unire musica e cucina: a fine marzo farò un disco con dieci canzoni, musica per cucinare, ogni canzone avrà per tema un pasto. Più avanti voglio aprire un ristorante dove far convivere queste due mie grandi passioni. A Formentera forse per l’anno prossimo riuscirò ad aprire un locale, ci sto lavorando”.

 

Spettacolo: Per te