Riparte MasterChef Italia e segna il miglior debutto degli ultimi 5 anni

TV Show sky uno

Miglior debutto degli ultimi 5 anni con 1 milione 203mila spettatori medi, +17% rispetto all’esordio dello scorso anno. L'appuntamento con MasterChef è tutti i giovedì alle 21.15 su Sky Uno

I fuochi si sono finalmente riaccesi nella cucina di MasterChef Italia (VAI ALLO SPECIALE), tornato ieri su Sky e NOW TV con i primi due episodi della decima stagione. E si sono riaccesi alla grande, segnando il miglior debutto delle ultime 5 edizioni. Nel dettaglio, i primi due episodi della nuova stagione del talent culinario prodotto da Endemol Shine Italy per Sky hanno totalizzato una media di 1.073.265 spettatori medi (su Sky Uno/+1 e on demand), in crescita del 16% rispetto al debutto dello scorso anno; il primo episodio ha totalizzato 1.203.512 spettatori medi e il 3,76% di share (+17% rispetto alla precedente edizione), con il 71% di permanenza e 1.686.369 contatti; il secondo 943.018 spettatori e il 4,79% di share (+15% nel confronto con l’omologo della scorsa stagione), con il 66% di permanenza e 1.424.485 contatti. Nel corso della giornata di ieri, MasterChef Italia ha generato complessivamente un totale di 448.000 interazioni; l’hashtag ufficiale #MasterChefIt è entrato nei TT italiani nel corso della messa in onda, rimanendoci fino alle prime ore del mattino (fonte: Shareablee’s, Trends24.in).

Chi passa il turno 

approfondimento

MasterChef Italia 10: cos'è successo nella prima puntata

Tra i vari aspiranti concorrenti apparsi ieri, hanno già indossato il tanto ambito grembiule bianco col proprio nome: Ilda, 43enne di origini albanesi e residente a Novara, che ha conquistato i giudici con dei passatelli in brodo di pesce; l’altro novarese Antonio, competitivo 26enne dottorando in chimica degli alimenti, che ha messo d’accordo tutti con una spigola con funghi porcini trifolati, una salsa al gorgonzola e un concentrato di brodo di paniscia; Alessandra, 29 anni cagliaritana, studentessa di Giurisprudenza, che ha preparato della pasta lorighittas – formato molto particolare, simile a degli orecchini, tipico di una zona molto ristretta della Sardegna – con ragu di agnello, crema di pecorino e zafferano; Azzurra, 37 anni di Palermo, supervisore di casinò a bordo delle navi da crociera, promossa a pieni voti insieme al suo piatto di gyoza ripieni di melanzane arrostite su salsa di pomodoro e olio al basilico con quenelles di ricotta; Irish, 25enne di Bassano del Grappa, con i suoi ravioli del plin. Loro cinque sono già componenti ufficiali della Masterclass di questa stagione.

i grembiuli grigi che affronteranno le sfide

Tra gli altri, hanno ricevuto due sì e un no e ora affronteranno le sfide: Igor, 42 anni di Vicenza, che ha proposto gnocchi, burro, timo alle note d’arancia; Francesco, 34enne maître di sala nei mesi estivi di Bellaria Igea Marina, promosso con i suoi cappelletti ripieni di passatelli su crema al formaggio con vongole, pomodorini e gel di vino bianco; Jia Bi e il suo mix tra Cina, le sue origini, e Puglia, sua terra d’adozione, che ha proposto ai giudici dei cavatelli con sugo di vongole, seppia e pomodorini; l’ingegnere meccanico Filippo e il suo branzino scottato su crema di patate al basilico con cavoli, amaretto e pinoli tostati; Giuseppe, 36enne idraulico di Firenze, che ha sottoposto al parere dei giudici degli spaghetti alla chitarra con cacciucco; la 21enne Irene, di Roma, con i suoi pomodori con il riso rivisitati e chiusi in ravioli; Valeria, cameriera di Vasto ma residente a Campobasso, presentatasi con dei cavatelli su crema di patate con cicoria e cozze; Cristiano, romagnolo trapiantato a Bologna, che ha impiattato la “spoja lorda” ripiena di caprino, parmigiano e uova con porri, guanciale, pinoli e fiori di zucca; Barbara, che ha preparato un piatto senegalese composto da filetto di manzo e riso basmati su crema di arachidi con zenzero e senape; Max, 63 anni, scrittore ed ex giornalista americano ma ormai romano d’adozione, che ha preparato un trancio di pesce spada alle spezie con finocchio in emulsione di olio, arancia e aceto; Corinna, proveniente dalla Repubblica di San Marino, che si è fatta conoscere con cappellacci ripieni di ricotta, limone e prezzemolo in salsa di acqua delle vongole e limone; Sedighe, ragazza di origini iraniane ma ora residente a Venezia, che ha portato proprio un piatto della sua terra natìa: melanzane stufate con cipolle, pomodori e menta e salsa di yogurt, cetrioli e noci; Fabrizio, di Roma, comandante pilota di una compagnia aerea, che ha proposto delle “Linguine emozionate”, ossia linguine risottate con brodo agli agrumi, dadolata di spigola e zeste d’arancia; Francesco, 59 anni, con la sua ricetta “Alla ricerca del tempo futuro” composta da gnocchi di patate con dadolata di branzino, zucchine ed erba cipollina; Marco, 31 anni romano, disoccupato, e il suo risotto alle cozze con scorza di limone.

La firma dei giudici, una chance unica  

Infine, accedono al secondo step grazie alla firma del giudice sul grembiule grigio: Daiana, giovane avvocato siciliana che con i suoi cavatelli freschi in timballo di melanzane su salsa di pomodoro con panna, ricotta salata e basilico, ispirati dalla classica pasta alla Norma, ha ottenuto la firma di Cannavacciuolo; Monir, di Bevagna (Umbria), nato e cresciuto in Italia da genitori marocchini, che ha preparato delle tagliatelle con cozze, vongole, seppie e pomodorini che hanno conquistato Giorgio Locatelli; ed Eduard, commesso 29enne originario di Santo Domingo e ora residente a Verona, che con il piatto della sua infanzia - branzino scottato su crema di patate con carbone di cipolla ed emulsione di lime e passion fruit - ha colpito Bruno Barbieri, schieratosi dalla sua parte mettendoci la firma.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.