Antonino Chef Academy, Simone Corbo è il sous chef di Cannavacciuolo

L’inizio di Antonino Chef Academy si avvicina e siamo tutti curiosi di sapere quali saranno gli insegnamenti che lo chef stellato vorrà trasmettere ai propri allievi. C’è qualcuno, però, che quegli insegnamenti li conosce già molto bene ed è il sous chef di Antonino Cannavacciuolo, Simone Corbo. Antonino Chef Academy, ti aspetta a partire dal 12 novembre, tutti i martedì alle 21.15, su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455.

Antonino Chef Academy: guarda il promo

Simone Corbo è nato nel 1981 a Verbania, ha studiato a Stresa e oggi è il sous chef dello chef Antonino Cannavacciulo nel ristorante due stelle Michelin a Villa Crespi, la lussuosa villa che si trova ad Orta San Giulio, sul Lago d’Orta.

La collaborazione con Antonino Cannavacciuolo è iniziata quasi per caso, quando un amico di Simone gli ha detto che a Villa Crespi erano in cerca di personale. Senza avere veramente idea di cosa significasse lavorare in un ristorante stellato, decise di andare a pranzo a Villa Crespi, dove riuscì a incontrare lo chef e a chiacchierare con lui dopo il pranzo. Da lì all’inizio del suo periodo di prova il passo fu veramente breve e nacque così la collaborazione tra Simone e lo chef Cannavacciuolo.

Seguì, un periodo di due anni, ricco di esperienze e molto formativo per Simone dopo i quali decise di provare nuove esperienze in Francia (con Jean-Marie Gautier a L’Hotel Du Palais a Biarritz e con lo chef Philippe Labbè al ristorante La Chevrè D’Or). Lì rimase per alcuni anni per poi tornare all’ovile ed essere riaccolto dallo Chef Cannavacciuolo nella sua cucina.

Nel ruolo di sous chef, nel ristorante di Villa Crespi Simone guida la brigata, una squadra giovane e molto motivata, e affronta ogni giorno nuove sfide, dalle esigenze dei clienti a quelle del personale.

Con lo chef Cannavacciuolo ha un grande feeling. Come lui gli ha insegnato, Simone non dimentica mai da dove è partito e sa che bisogna sempre rimanere con i piedi per terra, portando rispetto per il proprio personale.

Per quanto riguarda la cucina, è certo che ciò che conta più di tutto è la passione, da cui non si può mai prescindere. Gli ingredienti sono importantissimi, certo, ma senza la passione non possono diventare più di quello. A giudicare dai meravigliosi piatti serviti a Villa Crespi possiamo essere certi che lì la passione non manchi proprio.