Hell’s Kitchen 2018, stagione 5: cosa è successo nella sesta puntata

Hell's Kitchen

Anche per la sesta puntata, una prova di Hell’s Kitchen viene svolta in esterno. Le brigate hanno lavorato al J.W. Marriot Venice Resort di Venezia. Hell’s Kitchen vi aspetta ogni venerdì alle 21:15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 311 o 11

Vai allo Speciale di Hell's Kitchen Italia

Sette gli aspiranti chef rimasti in gara nella sesta puntata di Hell’s Kitchen Italia, in seguito all’eliminazione di due concorrenti: Federica da parte dello Chef Carlo Cracco, ritenuta ancora poco idonea a un ruolo da leader in cucina, e Fabrizio, uscito perdente dal duello finale con Diego. Anche per questa puntata, la produzione ha scelto di spostare una prova all’esterno della cucina di Hell’s Kitchen Italia.

L’ospite della puntata è Fredrik Berselius

Per la prova a squadre, Chef Cracco dice ai concorrenti che faranno un salto nel passato e fa entrare l’ospite della puntata: lo chef stellato Fredrik Berselius. Nato in Svezia 34 anni fa e trasferitosi a New York, guida la cucina di Aska, il ristorante che gli è valso la sua seconda stella Michelin. Famoso per la sua cucina ancestrale, Berselius fa assaggiare tre dei suoi piatti preparati con licheni, muschi, radici, bacche e altri elementi primitivi. Sono questi gli ingredienti che devono usare gli aspiranti chef nella prima prova, 45 minuti di tempo per preparare due piatti per squadra che contengano la tecnica e la filosofia ancestrali tanto care a Fredrik Berselius.

Una prova stimolante ma molto complicata, che impegna entrambe le squadre in maniera consistente. Al momento dell’assaggio, lo Chef stellato Berselius non è molto generoso con i voti ma il piatto finale preparato da Rudy e Nicola convince sia lui che Cracco, ed è decisivo per la vittoria della squadra blu, per un punteggio di 13 a 9. La squadra rossa deve così affrontare la prova individuale.

La prova individuale: Ginevra è la peggiore

Per la prova individuale, Chef Cracco decide di affidare a Mayla, Elena e Ginevra un compito non affatto facile: le aspiranti chef devono preparare una ricetta con un solo ingrediente. Le tre concorrenti si dividono i tre ingredienti scelti da Cracco: patate, zucca e barbabietola. Per cercare di non andare al duello finale, devono cucinare un piatto che abbia un unico ingrediente preparato con diverse lavorazioni e con quante più consistenze possibili. Nonostante le apparenti difficoltà, le tre concorrenti riescono a terminare la prova ma, al momento dell’assaggio, Chef Cracco decide che la peggiore è stata Ginevra. L’aspirante chef toscana deve rimanere nel loft e aspettare di sfidare il peggiore del servizio.

Servizio in trasferta

Prima di dare le disposizioni per il servizio, Chef Cracco decide di colmare la differenza numerica che si è venuta a creare tra le squadre (4 blu e 2 rossi) e decide di spostare Nicola dalla squadra blu alla squadra rossa. Al momento di scegliere i leader, per la brigata blu viene scelto Diego, mentre per la brigata rossa Mayla.

A questo punto Carlo Cracco comunica ai ragazzi che il servizio non si sarebbe svolto nel ristorante di Hell’s Kitchen ma in un posto che rappresenta il futuro. Infatti, le due squadre vengono portate al J.W. Marriott Venice Resort & Spa, sull’Isola delle Rose nella Laguna di Venezia. Un resort a 5 stelle con 300 camere, 4 ristoranti (di cui uno stellato) e 1 scuola di cucina, su un’isola privata nella Laguna più bella del mondo. Cucinare in un posto così esclusivo è un’occasione irripetibile per i concorrenti di Hell’s Kitchen. Per tutti tranne che per uno. Il J.W. Marriott Venice, infatti, è il posto che accoglierà il vincitore della quinta edizione come Executive Chef.

Quindi, gli aspiranti chef non devo servire solo una clientela esclusiva ma al tavolo speciale sono seduti Enrique Tasende, general manager della struttura, e Cristiano Cabutti,  direttore marketing del resort. La posta in gioco è molto alta e i concorrenti, stressanti anche dal cambio cucina, hanno un inizio poco felice. Dopo l’intervento di Cracco, però, che prova a mettere in riga soprattutto la squadra formata da Nicola, Mayla ed Elena, le cose sembrano prendere la giusta piega e, seppur con qualche difficoltà, il servizio viene portato a termine da entrambe le brigate.

In sala, come sempre, è Luca Cinacchi (“Luchino” per Cracco) a servire la clientela e a riferire i giudizi sui piatti. I clienti, tra cui il futuro titolare di uno degli aspiranti chef, mostrano di aver preferito gli antipasti e i primi della squadra blu e i secondi della squadra rossa.

Verso il duello finale

Tornati nella cucina di Hell’s Kitchen, Chef Cracco decreta come vincitrice la squadra blu, per cui la squadra rossa deve nominare due persone da mandare al duello finale. Vengono nominate Mayla ed Elena e, al momento di dare le motivazioni, Cracco riprende l’atteggiamento di quest’ultima e di Ginevra, poco rispettoso nei confronti degli altri. Allo Chef non è piaciuto il comportamento di entrambe le concorrenti durante le prove e, per questo, decide di salvare Mayla e mandare Ginevra ed Elena al duello finale. Inoltre, Chef Cracco aggiunge che, oltre alle competenze, per lavorare in cucina è necessario anche avere personalità e rispetto per i colleghi, cosa che non ha trovato nelle concorrenti della squadra rossa.

Duello finale: Elena vs Ginevra

Per il duello finale, le due aspiranti chef devono preparare un piatto in contemporanea allo Chef Carlo Cracco. In omaggio a Venezia, la città che ha ospitato il servizio, le concorrenti devono preparare la loro personale versione del fegato alla veneziana. Gli animi si sono calmati e l’atmosfera è tornata più serena. Sia Ginevra che Elena riescono a portare a termine la prova in tempo e a presentare i piatti insieme allo Chef.

Al momento dell’assaggio, Cracco fa i complimenti a entrambe per la cottura della carne, che - confessa - era la cosa che lo preoccupava di più. Prima di pronunciare il nome dell’eliminato della puntata, lo Chef ribadisce che in cucina è importante avere una personalità ben definita e trasferirla nei propri piatti e sia Elena che Ginevra sono riuscite nell’obiettivo. Purtroppo, però, qualcuno a fine puntata deve abbandonare il programma e Cracco decide che a togliersi il grembiule dev’essere Elena.

I concorrenti che restano in gara e passano alla semifinale di Hell’s Kitchen sono Mayla, Ginevra e Nicola della squadra rossa e Rudy, Diego e Michela.

Hell’s Kitchen 5 vi aspetta tutti i venerdì alle 21:15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 311 o 11.