Sharp Objects: 5 motivi per non perdere la serie HBO

Inserire immagine

Ecco cosa ci attende nella nuova serie in onda su Sky Atlantic il lunedì sera alle 21.15: dalla regia al sapiente montaggio, passando per i protagonisti della storia, ecco perché nessun appassionato del piccolo schermo dovrebbe perdere lo show. Continua a leggere e scopri i 5 motivi per cui Sharp Objects va vista

Sharp Objects, scopri lo speciale sulla miniserie

Sparizioni misteriose, omicidi efferati e fantasmi dal passato: la nuova serie tv Sharp Objects ha tutte le carte in regola per lasciare il segno sul piccolo schermo. Lo show targato HBO ha debuttato lunedì 17 settembre su Sky Atlantic, con l’attrice Amy Adams nei panni della protagonista Camille. Ecco perché non puoi perderla.

SCOPRI 5 MOTIVI PER VEDERE SHARP OBJECTS



Da Gone Girl a Sharp Objects
A far ben sperare nel successo di Sharp Objects, successo che si è prontamente materializzato, c’è la presenza dell’autrice Gillian Flynn: ricordate la pellicola del 2014, L'amore bugiardo - Gone Girl diretto da David Fincher, con protagonisti Ben Affleck e Rosamund Pike? È ispirato all’omonimo romanzo di Flynn del 2012, e la scrittrice ne ha curato direttamente la sceneggiatura per l’adattamento cinematografico. Lo stesso succede per Sharp Objects, basato sull’omonimo romanzo (pubblicato in italiano con il titolo Sulla pelle nel 2006 e ripubblicato di recente col titolo originale). Questa volta, però, Flynn collabora con la sceneggiatrice e produttrice Marti Noxon, già al timone di successi del calibro di Buffy the Vampire SlayerMad Men, per creare un copione avvincente, zeppo di intrighi e colpi di scena strabilianti.

La trama della serie con Amy Adams

Il cast sorprende
A rendere Sharp Objects una serie di successo è anche il cast talentuoso. Nel suo primo ruolo televisivo come protagonista, l’attrice Amy Adams riesce a risultare accattivante, portando sul piccolo schermo una profondità emotiva inusuale: Adams è Camille Preaker, giornalista con un complicato bagaglio emotivo e dipendente dall'alcol, che ritorna nella sua città natale, Wind Gap, per indagare sugli omicidi di due ragazzine. Non è da meno Patricia Clarkson, che sul set veste il ruolo di Adora Crellin, madre della protagonista, regalando una delicata e allo stesso tempo inquietante interpretazione che lascerà il pubblico ad interrogarsi su diversi punti del suo carattere.

Sharp Objects: Amy Adams, Gillian Flynn e Jean-Marc Vallée sulla miniserie

Il giovane volto di Sharp Objects
Talenti ormai conosciuti ma anche volti freschi: Sharp Objects porta in scena la promettente attrice australiana Eliza Scanlen, appena diciannovenne. Nella serie HBO Scanlen è Amma, la sorellastra molto più giovane di Camille, che mostra una personalità difficile: un giorno si atteggia da bambina ingenua, quello successivo si trasforma in una ragazzina selvaggia. La sua performance ha poco da invidiare a quella delle colleghe più celebri.

Il montaggio
Basta il nome del regista Jean-Marc Vallée ad assicurare una serie tutt’altro che tranquilla e ricca di colpi di scena: lui ama le storie intricate, piene di domande lasciate in sospeso, che fanno a pugni con una narrazione lineare, come ha già dimostrato in passato al timone di Big Little Lies, altro show dove bugie e misteri la fanno da padroni. Il montaggio fa poi sicuramente la sua parte: la maniera in cui le scene si susseguono contribuiscono a dare alla serie un generale senso di mistero e inquietudine. Ogni momento di girato gioca un preciso ruolo nel creare suspense, con salti di ripresa usati ad arte per aumentare la tensione.