Il Trono di Spade: un San Valentino da Sette Regni

14 febbraio: San Valentino, la festa dell'amore, degli innamorati, delle rose regalate, delle cene romantiche, dei regali e delle dichiarazioni che lasciano senza fiato. Ma non per i fan di Game of Thrones . Per loro il 14 febbraio di quest'anno significa infatti solo una cosa: che mancano solamente due mesi al debutto dell'ottava e ultima stagione della serie!! In attesa del gran finale - in onda negli U.S.A., per l'appunto, domenica 14 aprile, mentre in Italia, causa fuso orario, si andrà alle 03.00 di notte di lunedì 15, ovviamente su Sky Atlantic - ecco cosa abbiamo imparato sull'amore guardando Il Trono di Spade

Il Trono di Spade, scopri lo speciale sulla serie

Fate l'amore, non la guerra. A meno che non viviate dentro l'universo narrativo de Il Trono di Spade, in cui la seconda opzione ha nettamente più spazio della prima. Eppure anche Game of Thrones, serie non proprio nota per le sue storyline romantiche, al di là delle leggende, degli elementi fantasy e del secolare scontro tra il bene e il male, tra il giorno e la notte, tra i vivi e i morti, fa dei rapporti tra i personaggi i suoi veri punti di forza.

Belle le battaglie, belli i duelli, belli gli inseguimenti, belli i momenti di machiavellica politica, ma ammettiamolo: è per Daenerys e Drogo, per Ygritte e Jon, per Missandei e Verme Grigio, per Tyrion e Shae, e, perché no, anche un po' per Cersei e Jaime che ci è scesa la lacrimuccia (o la lacrimona, a seconda delle situazioni).

In attesa del 14 febbraio - giorno in cui si festeggia San Valentino, giorno in cui l'amore romantico è il protagonista indiscusso - e, soprattutto, in attesa del 15 aprile - giorno in cui, alle 03.00, su Sky Atlantic andrà finalmente in onda il primo episodio dell'ottava e ultima stagione della serie in versione originale sottotitolata, in contemporanea con gli U.S.A. -, ecco cos'abbiamo imparato sull'amore grazie a GoT

Grazie a Game of Thrones abbiamo raggiunto livelli di romanticismo che mai avremmo immaginato di raggiungere: abbiamo scoperto che non c'è niente di più hot, in tutti i sensi, del fare l'amore in una caverna che al suo interno nasconde una fonte termale (bonus se, come Jon Snow, siete brav* a inginocchiarvi, e avete capito cosa intendiamo!); abbiamo imparato che in una sana relazione di coppia la comunicazione è alla base di tutto, e che le barriere linguistiche in realtà non esistono se c'è la voglia di entrare veramente in contatto con la persona che abbiamo di fronte (come Drogo e Daenerys insegnano, ma anche Missandei e Verme Grigio ci hanno mostrato gli effetti benefici di una sana comunicazione); abbiamo capito che la vera intimità, quella che va al di là della pura fisicità, quella che resiste al passare del tempo, ha come colonne portanti il rispetto, la sincerità, la fedeltà e la pazienza (e in questo Ned e Catelyn sono stati un esempio per tutti noi).

Fin qui tutto bellissimo. Poi, però, ci sono anche altre cose che abbiamo imparato e che vanno segnate nella lista delle "Cose da NON fare", per esempio: scatenare guerre e ribellioni o perché non si è proprio in grado di accettare il cosiddetto due di picche (vedere alla voce Robert Baratheon) o perché si è talmente schiavi del proprio amore da non riuscire a vedere le conseguenze delle proprie azioni (vedere alla voce Rhaegar e Lyanna, roba che in confronto Elena e Paride dell'Iliade sono dei dilettanti); lasciarsi andare ad atti incestuosi anche se vostro fratello/vostra sorella sono gli individui più affascinanti e sexy del pianeta, specialmente se c'è il rischio di mettere al mondo delle creature non proprio stabili mentalmente (vedere alla voce Re Folle e vedere alla voce Joffrey Baratheon); usare il/la vostro/a partner come bersaglio mobile per esercitarvi con la vostra nuova balestra, e altri inutili atti di sadismo non rischiesto (vedere sempre alla voce Joffrey Baratheon, ma anche Ramsay Bolton avrebbe qualcosa da dire in merito...).

E' tutto chiaro? Buon San Valentino!

Chiudiamo questa piccola rassegna sull'amore tronesco con il povero Ser Jorah, incarnazione dell'amore non corrisposto. Tutto questo solo per mostrarvi questa gif, che ormai è in giro online da qualche anno, ma che è sempre divertentissima!