Billions 4: le recensioni del finale di stagione

La quarta stagione di Billions è giunta al termine, con un finale a dir poco con il botto! Ecco le recensioni degli episodi conclusivi 11 e 12, andati in onda su Sky Atlantic venerdì 14 giugno alle 21.15.

Billions 4, lo speciale

La quarta stagione di Billions è finita, con un finale che ha concluso in maniera perfetta le vicissitudini finanziarie e non solo dei personaggi. Ecco le recensioni degli episodi conclusivi 11 e 12, andati in onda su Sky Atlantic venerdì 14 giugno alle 21.15.

Billions 4 - Episodio 11: la recensione

L’episodio incomincia con il panico totale. Più che totale, in realtà il panico è del padre di Chuck, che si accorge di avere cimici in casa che lo stanno spiando. Va dal figlio per attuare un piano, piano che si rivela una ragnatela tesa alla mosca che più ronza attorno a loro due, infastidendoli con quel ronzio petulante: Jock, ovviamente.

Chuck chiede anche un favore ad Axe, invertendo stavolta i ruoli (in questa stagione è Axe che continua a chiedere a Chuck di intercedere, dopo averlo appoggiato per fargli avere la poltrona da procuratore). Chuck ha bisogno del miglior hacker del team di Axe per mettere le mani sui documenti che provano il suo accordo con Cracovia e farli sparire. Axe accetta, ma non di buon grado: non è affatto soddisfatto, perché Chuck non ha ancora preso provvedimenti contro Taylor.

Benché la loro intesa stia per vacillare, Axe manderà Hall a fare lo sporco lavoro richiesto da Chuck.
Nel frattempo Chuck scoprirà che il suo (nuovo) nemico pubblico numero uno, Jock, sta comprando voti a destra e a manca e passerà al contrattacco, studiando un piano per rovinarlo. Jock farà di tutto per impedire al padre di Chuck di attuare il suo progetto di edilizia, ma avere contro i due Rhoades, Senior e Junior, non è mai una bella cosa…

E sul fronte Axe, il livello di combattività non è da meno: il suo scopo precipuo è rovinare Taylor, ormai l’abbiamo capito, ma stavolta non è la sola finalità. Nell’odio atavico contro Taylor si insinuano venature di amore nei confronti di Rebecca, quindi per la prima volta Bobby farà una mossa che, sì, danneggerà il/la sua/suo acerrimo/a nemico/a ma che favorirà anche gli affari della sua fidanzata. E lei se ne accorgerà, sciogliendosi come neve al sole…

Abbiamo visto come le dichiarazioni d’amore nel mondo distorto di Billions siano ben lontane dalla classica scatola di cioccolatini: qui per dire “ti amo” si comprano aziende a più zeri dei cerchi olimpici o si insabbiano indagini dell’FBI. Romanticismo allo stato punto, insomma! Ma è il bello di Billions, che mai e poi mai scade nel melenso e nel melodrammatico, anzi: il dramma c’è, ma c’entrano sempre i soldi, mai i sentimenti.

Dal canto suo, Rebecca crederà di fare un piacere al suo fidanzato cercando di sistemare le cose con Taylor: decide di incontrarl* e cercare di attuare un piano che favorisca tutti a livello economico, seppellendo finalmente la proverbiale ascia di guerra, quella che è stata la spada di Damocle per tutta la stagione. Ma Rebecca non sa che Axe ha bisogno di un nemico, sempre e comunque. Prima era Chuck, ora è Taylor. Bobby non può permettersi di non essere in guerra con qualcuno, come un imperatore che deve per forza fare vedere agli altri, ma prima ancora a sé stesso, che non abbassa mai la guardia ed è in grado di sterminare tutti.



Billions 4 - Episodio 12: la recensione


Il finale di stagione di Billions 4 è architettato ad arte, davvero da chapeau. Ogni battuta, snodo narrativo, colpo di scena e momento topico sono orchestrati divinamente, non lasciando nulla al caso, nemmeno una virgola.

Al centro di quest'ultimo capitolo, c’è la relazione tra Axe e Rebecca: stava prendendo una piega troppo sincera e amorosa, motivo per cui questo episodio mette i puntini sulle i, le i di Billions. Nella puntata precedente Bobby sembra fare una mossa non per interesse personale (quello di danneggiare Taylor), o meglio: non solo. Sembrava quasi che tra i suoi piani malefici ci fosse quello inedito perché benefico di favorire lei, la sua compagna. Ma chi temeva che il cuore di Axe avesse incominciato a pulsare, non si preoccupi: in questa puntata si scopre che tutto ciò che ha fatto e fa Axe è solo ed esclusivamente per il suo tornaconto personale. E per distruggere Taylor, rafforzando così la sua immagine e il suo ego.

A vacillare è anche la relazione tra Chuck e Axe: i due ex nemici sembravano diventati alleati in questa stagione, ma sul finale le cose cambieranno. Non possono convivere due galli nel pollaio e questi due hanno creste enormi, impossibile stare accanto senza beccarsi a vicenda!

Nel frattempo Bobby assicura a Wendy che si sta occupando del suo caso e che le farà avere al più presto la licenza medica che le è stata sospesa. Axe chiede a Rebecca di stare assieme a Wendy per una giornata all’insegna della distrazione, mentre lui sistemerà la sua faccenda professionale della sospensione della licenza. Ma le cose non stanno così: Axe vuole levarsi di torno lei, Rebecca, per fare il gioco sporco e muovere le pedine che danneggeranno nuovamente Taylor. Sacrificando anche lei, la sua fidanzata.

Finalmente scopriamo che Axe ha soltanto bluffato e finto in questa stagione, che non gli interessa nulla di Rebecca. Quell’inedito spiraglio umano che si stava aprendo, infatti, convinceva poco: Bobby è uno squalo della finanza e, per sua stessa natura, non può che divorare qualsiasi altro pesce nel mare dei soldi. Inoltre Axe non poteva proprio accettare un accordo con Taylor, ciò a cui invece Rebecca aspirava per godersi un periodo di pace.

La mossa di lui si rivela uno scacco matto per Taylor e la sua società. Ma Axe non è ancora soddisfatto, vuole brandire la testa decapitata dell'avversari*, così fa pressioni a Chuck per mettere del tutto in ginocchio Taylor. Cosa che Chuck farà ma aprendo sempre di più gli occhi: ormai non trae nessun beneficio dall’aiutare Axe, quindi perché farlo?

Si incrina così un’alleanza che già traballava alquanto: raramente due nemici che si sono giurati guerra riescono a sotterrare l’ascia… E infatti molto probabilmente quell’ascia diventerà la protagonista della prossima stagione…

A ciò si aggiunge anche un sentimento nuovo per Chuck: la gelosia. Sempre assettato di potere com’è, Chuck stavolta incomincia ad avere arsura di potere personale, quello esercitato su sua moglie Wendy.
Frustrato perché non riesce a farle riottenere la licenza grazie ai suoi tipici maneggi e intrallazzi politici, la goccia che farà traboccare il vaso sarà proprio il fatto che sarà Axe a sistemare le cose. Donando 25 milioni di dollari per la ricerca contro il cancro, spingerà la commissione medica a fare riavere a Wendy la possibilità di esercitare.

L’arma a doppio taglio (l’ascia che sta per essere dissotterrata) che userà Chuck contro Axe sarà proprio Taylor. L* arresterà, è vero, ma farà infiltrare nella società di Axe i suoi fedelissimi (Lauren, Mafee etc.). E nonostante Taylor sembri sconfitt*, in realtà la quarta stagione si conclude con un affresco che ha dell’epico: la guerra è tornata tra i due eroi-mostri di Billions, Axe e Chuck, mentre Taylor si servirà di questa loro spinta distruttiva per trarne beneficio. E la Taylor Mason Capital continuerà a esistere. Ne vedremo ancora delle belle.