Star Wars: Acolyte, ecco quando inizieranno le riprese

Serie TV
©Getty

Si comincerà a lavorare alla serie ad ottobre, visto che al momento si stanno ancora cercando alcuni attori che completino il cast

C'è grande attesa per The Acolyte, serie nata dall'universo di Star Wars. Recentemente sono stati svelati alcuni dettagli in merito alla storia e all'inizio delle riprese.

Star Wars: Acolyte, cosa sappiamo

approfondimento

Star Wars, nuova timeline che mette ordine tra film e serie TV

La serie, che vede come showrunner Leslye Headland (già creatrice della serie Netflix Russian Doll) è descritta come un mystery-thriller con molte scene di arti marziali. Acolyte sarà ambientato durante gli ultimi giorni dell’epoca dell’Alta Repubblica, in una galassia governata da oscuri poter, legati al lato oscuro della Forza. Stando a quanto rivelato dal sito The Illuminer, le riprese inizieranno ad ottobre e si concluderanno entro maggio 2023. C'è stato quindi un evidente ritardo rispetto al programma iniziale, che prevedeva di cominciare le registrazioni già ad inizio 2022. La protagonista della serie sarà l'attrice Amandla Stenberg alias Aura, che dovrebbe essere un’Accolita del Lato Oscuro. Nel cast dovrebbe esserci anche un uomo sui 50 anni nel ruolo di Paul, un personaggio fisso della prima serie. Ad oggi si sta ancora cercando una bambina di colore di 8-10 anni con il nome in codice "Miri": stando alle indiscrezioni, Lucasfilm potrebbe ricoprire questo ruolo da guest star principale con due gemelli identici. Per quanto riguarda l'uscita della serie, invece, è difficile fare previsioni: considerando l'inizio delle riprese ad ottobre è possibile che per vedere The Acolyte toccherà aspettare la fine del 2023 o addirittura il 2024.

Star Wars: Acolyte, le parole di Headland

approfondimento

Le migliori serie TV da vedere ad aprile 2022. FOTO

A proposito di Star Wars: Acolyte, la showrunner ha specificato che, nonostante nella serie ci siano principalmente personaggi femminili non è detto che non vedremo anche ruoli maschili. “Mi immedesimo sempre in personaggi femminili. Ma faccio il tifo per Mando e anche per Luke” ha spiegato Headland, chiarendo che uno spazio inclusivo significa proprio che non che non riguarda solo il mondo femminile. La showrunner ha poi dato qualche piccola anticipazione: “Vedrete cose fantastiche e verranno sviluppate nuove tematiche. Inoltre conosceremo personaggi di cui fino ad ora non sapevamo nulla. Mi piacerebbe molto che vi uniste a noi. E se quello che vedrete non vi piacerà, voglio dire che la cosa meravigliosa di Star Wars è che c’è talmente tanto materiale che se una cosa vi non piace, ne troverete facilmente un'altra più adatta ai vostri gusti”.

Spettacolo: Per te