Tutto pronto per l'uscita di Chiamami, il nuovo singolo dei Coma Cose

Musica

Manuel Santangelo

Il brano farà da apripista alla nuova fatica discografica della coppia dell’indie-rap, il cui ultimo lavoro resta il secondo album Nostralgia del 2021

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie dal mondo

Fausto Lama e California sono ricomparsi sui social dopo un momento di silenzio per fare un annuncio importante. Hanno usato i reel di Instagram per comunicare infatti l’uscita di Chiamami, il primo frutto tangibile di un periodo in cui i Coma Cose si sono dedicati anima e corpo alla musica. Sarà questo il brano che farà da apripista alla nuova fatica discografica della coppia dell’indie-rap, la cui ultima prova resta il secondo album Nostralgia del 2021. Riuscirà Chiamami ad essere all’altezza dei singoli di quel disco, a cominciare dalla hit sanremese Fiamme negli occhi? Lo scopriremo il 7 ottobre.

Grida a chi è lontano

vedi anche

Coma Cose: chi sono i componenti del duo milanese

Chiamami è stato presentato dal duo come “un urlo a chi ti manca, un invito a risentirsi… con gli altri, con te stesso”. Lo stesso brano è parte di una ricerca delle proprie radici da parte del duo, quasi volessero ritrovare quella passione per la musica che li ha fatti conoscere e incontrare quando erano due commessi in un negozio di articoli da regalo. Lama e California parlano di un ritorno al proprio “nucleo, alla nostra intimità che nel bene e nel male per il lavoro che facciamo spesso viene inevitabilmente distorta”. Il brano tradisce le fragilità di due persone che come molti di noi si sono sentiti più deboli nell’ultimo periodo, senza una strada chiara da percorrere. Chiamarsi nella speranza di rispondersi a vicenda, in un dialogo che (c’è da giurarlo) sarà ancora arricchito da quella lingua piena di giochi di parole tipica dei Coma Cose.

Hype Aura del futuro?

vedi anche

Coma Cose, 5 curiosità sul gruppo

“Ci siamo interrogati su tutti quei conflitti che ci circondano, sul senso delle cose in una contemporaneità che grida pietà sul ‘troppo di tutto’ e ci siamo chiesti: ‘Che senso ha oggi fare musica?’”. Se anche i Coma Cose, che con il loro pastiche di generi e citazioni sono l’emblema dell’ultra-contemporaneo, arrivano a chiedersi perché produrre oggi nuovi brani significa che è il tempo di farsi domande. D’altronde, pur nascondendosi spesso dietro la giocosità di certe soluzioni sintattiche, i due non hanno mai rinunciato a parlare anche di temi sociali come l’alienazione. Già dai tempi del disco d’esordio Hype Aura del 2019, i Coma Cose parlavano di quanto è dura sentirsi lontani in un brano intitolato Mancarsi. Ora, a più o meno tre anni di distanza, provano a trovare un antidoto con un brano dal titolo abbastanza esplicito: Chiamarsi. Perché, lo hanno provato sulla loro pelle in questi mesi, per riconnettersi con se stessi a volte è necessario staccarsi dal mondo (almeno quello virtuale).

 

 

Spettacolo: Per te